Cronaca

Lancia foglietti con insulti alla ex moglie e la minaccia mentre lavora, 34enne arrestato

L'uomo è finito in carcere in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere per atti persecutori

Nonostante il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall'ex moglie si è presentato a Monza, dove la donna lavora, e ha iniziato a riempirla di minacce lanciandole addosso diversi bigliettini con offese e insulti. Un episodio avvenuto nei giorni scorsi per cui adesso l'uomo è finito in carcere.

I carabinieri della compagnia di Seregno hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo di 34 anni, di Limbiate, cittadino di origine brasiliana. Il 34enne, di professione commerciante, è finito in carcere con l'accusa di atti persecutori e violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. Nel passato dell'uomo risultano precedenti per atti persecutori, maltrattamenti in famiglia, guida in stato di ebbrezza.

Il 34enne era già sottoposto alla misura cautelare dell'allontanamento dalla casa coniugale e del divieto di avvicinamento alla persona offesa in seguito alle denunce sporte tra il 2016 e il 2021 dall'ex moglie. Nonostante i divieti, l'altro giorno il 34enne l'ha raggiunta sul luogo di lavoro dove l'avrebbe minacciata e le avrebbe lanciato contro dei fogli scritti da lui contenenti offese. Ora l'uomo è in carcere dopo che i carabinieri della stazione di Giussano gli hanno notificato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere a Lissone, presso il suo esercizio commerciale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lancia foglietti con insulti alla ex moglie e la minaccia mentre lavora, 34enne arrestato

MonzaToday è in caricamento