Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Trento Trieste

Con una spranga in Comune, minaccia il vicesindaco Bertola per una casa popolare

Si tratta di un 50enne che era già stato allontanato dalle case Aler perchè aveva causato problemi e che già a giugno aveva fatto capolino in municipio con una bottiglietta di liquido infiammabile: l'uomo è stato denunciato

E' successo venerdì mattina ma la scena che si è consumata negli uffici comunali ha avuto tutta l'aria di essere un film già visto.

Un uomo di 50 anni si è presentato davanti al vicesindaco Cherubina Bertola, assessore alle Politiche Sociali, e ha chiesto l'assegnazione di un alloggio popolare.

Se l'uomo si fosse limitato a parlare non ci sarebbe stato nulla di strano ma dalle parole si è passati alle minacce.

L'assessore Bertola all'inizio si è mostrata disponibile e ha provato a cercare una soluzione per l'esigenza dell'uomo che non compare nelle graduatorie per l'assegnazione degli alloggi Aler e non può tornarci perchè già allontanato una volta ma il 50enne non ha voluto sentire ragioni.

Uscito dall'ufficio ha trovato per i corridoi dell'edificio una spranga e l'ha impugnata contro il vicesindaco.

Non è la prima volta che quest'uomo perde il controllo in Comune, già a giugno si era presentato con una bottiglietta di liquido infiammabile. 

Il 50enne è stato denunciato per minacce e per fermarlo è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine. 

Solo qualche settimana fa il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, aveva ricevuto una lettera contenente minacce di morte proprio in relazione alla problematica dell'assegnazione degli alloggi comunali. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con una spranga in Comune, minaccia il vicesindaco Bertola per una casa popolare

MonzaToday è in caricamento