rotate-mobile
Cronaca

Coltello in tasca e autocertificazione falsa, tre minorenni "evasi" da casa e denunciati

I tre giovani sono stati sorpresi in via Procaccini e denunciati

Un coltello in tasca, l'autocertificazione falsa in cui era scritto che l'uscita di casa era giustificata per recarsi in farmacia e la voglia di "evadere", anche solo per qualche ora. Tre ragazzini minorenni sono stati denunciati a Monza dalla polizia locale per violazione delle norme relative alla limitazione degli spostamenti per il contagio da Covid-19.

I controlli sono scattati lunedì pomeriggio nell'area di via Procaccini, vicino alla pista ciclabile. I tre sono stati controllati e poi condotti in comando per l'identificazione. Per i ragazzini - tutti cittadini egiziani residenti tra Arcore e Monza - è scattata una denuncia: uno di loro aveva in tasca un coltello e un altro un'autocertificazione false dove aveva scritto che era diretto in farmacia. 

Altre due persone - due ragazzi di 19 e 20 anni - sono stati denunciati nela giornata di martedì: anche loro hanno riferito agli agenti di "non resistere più a casa". Uno dei due giovani ha spiegato agli agenti di essere diretto a casa della zia ma alla richiesta di dove abitasse la parente non ha nemmeno saputo rispondere. 

Il personale del comando di via Marsala ha controllato anche numerose attività commerciali senza rilevare nessuna irregolarità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello in tasca e autocertificazione falsa, tre minorenni "evasi" da casa e denunciati

MonzaToday è in caricamento