menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A fine turno un minuto di silenzio per ricordare gli infermieri morti a causa del covid

L'iniziativa promossa dalla Federazione nazionale ordine delle professioni infermieristiche è fissata per il 20 febbraio, Giornata dedicata agli operatori sanitari, socio-sanitari e ai volontari

A un anno  esatto dall’inizio della pandemia gli operatori sanitari fanno la conta dei colleghi che sono morti a causa del covid e di quelli che, contagiati, continuano a presentare effetti importanti sia da un punto di vista fisico che psicologico.

Nella Giornata degli operatori sanitari, socio-sanitari e del volontariato - che si celebra il 20 febbraio - la Federazione nazionale ordine delle professioni infermieristiche (Fnopi) invita i lavoratori a un minuto di silenzio al termine di ogni turno di lavoro per commemorare i colleghi e tutti i cittadini morti a causa del coronavirus.

I numeri nazionali fanno paura: ad oggi sono 81 gli infermieri deceduti per covid, di cui 6  quelli che contagiati si sono tolti la vita. Secondo i dati della Federazione comunque i numeri dei colleghi sarebbero sono molto più alti: quasi 500, come hanno rilevato gli ordini provinciali, con un aumento di circa 100 unità rispetto alla media degli anni precedenti.

Sempre secondo i numeri della Fnopi 22.510 sono stati gli infermieri contagiati in Lombardia. Sul territorio di Monza e Brianza sono centinaia gli infermieri che nel corso del 2020 sono stati contagiati, un’infermiera invece ha perso la vita.

Raccogliendo i racconti di alcuni infermieri di Monza e Brianza emerge un profondo sentimento di stanchezza, fisica e psicologica. Tra chi ha contratto il virus ci sono persone che lo hanno preso in forma leggera, altri completamente asintomatica, ma molti coloro che ancora oggi portano le conseguenze psicofisiche della malattia molto invalidante. Numerosi anche i casi di ansia, insonnia, ma anche stanchezza fisica. Qualcuno è finito anche in Rianimazione ed è stato salvato dopo giorni disperati sospeso tra la vita e la morte.

Fortunatamente il numero di contagi tra gli operatori sanitari è in diminuzione (con picchi anche fino al 50%) grazie all’avvio della campagna vaccinale.

Infine la Fnopi ad aprile 2020 ha lanciato e finanziato il fondo #NoiConGliInfermieri : il fondo è stato patrocinato da più di 42 associazioni di pazienti e società scientifiche, ordini provinciali e sette grandi donatori.
Ad oggi sono stati raccolti 4 milioni di euro, di cui oltre 2 già devoluti agli infermieri contagiati che hanno riportato importanti conseguenze e alle famiglie dei deceduti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento