Modella segregata in casa e violentata per sette mesi da un finto agente

Il suo aguzzino è un quarantunenne, già condannato per stupro e sequestro di persona. Ora si trova in carcere a Monza

Ha finto di essere un agente di modelle. Ha costruito la sua trappola giorno dopo giorno, ora dopo ora. E’ riuscito ad ottenere la fiducia di una giovane modella svedese, arrivata a Milano convinta di trovare qualcuno disposto ad inserirla nel mondo della grande moda, e ne ha approfittato. 

E’ stato un incubo lungo sette mesi quello della giovane. Un tunnel buio fatto di violenze sessuali e psicologiche. Più di duecento giorni nella stessa casa, sempre nelle mani del suo aguzzino. 

Quando sabato sera i carabinieri di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni l’hanno liberata, l’hanno trovata sotto choc, debolissima e quasi irriconoscibile. A ridurla così un quarantunenne, uscito dal carcere due anni fa dopo aver scontato una pena per stupro e sequestro di persona nei confronti di una ragazza 25enne originaria della Bielorussia. 

L’incubo per la ragazza, partita dalla Svezia dopo aver partecipato a Miss Universo, è finito solo grazie ai vicini di casa, che insospettiti dalle urla provenienti dall’appartamento hanno chiamato i carabinieri.

In caserma, è stata lei - tra le lacrime - a ricostruire il suo dramma. Ha raccontato di essere arrivata a Milano a settembre per partecipare a vari casting e di aver incontrato quello che sarebbe poi diventato il suo orco in un bar del centro di Milano. L’uomo le ha offerto ospitalità nella sua casa di Cinisello, ma una volta varcata la soglia, è cominciato l’incubo.

Il quarantunenne l’ha picchiata, le ha tolto cellulari e documenti, e l’ha violentata. Da settembre le violenze sono proseguite fino a marzo, quando la ragazza è stata liberata dai militari. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La modella è stata quindi accompagnata in ospedale per essere curata. Il suo aguzzino, invece, è stato arrestato con accuse pesantissime: sequestro di persona, maltrattamenti e violenza sessuale. Ora si trova nel carcere di Monza, in attesa del processo. Il secondo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento