Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Seregno / Via Ticino

Agguato di Seregno, uno dei due aveva rapinato la moglie di Maroni

Ronny Weiss, il cognato del ferito a Seregno, che era con lui nella Bmw, nel 2010 aveva rapinato la moglie dell'allora ministro Roberto Maroni a Lozza, nel Varesotto

Uno dei due ragazzi che hanno subìto l'agguato a Seregno, Ronny Weiss, cognato del ferito, nel 2010 aveva rapinato la moglie dell'allora ministro dell'interno Roberto Maroni, Emilia Macchi.

Era il 13 novembre 2010: la signora Maroni era in visita al cimitero di Lozza, in provincia di Varese, e aveva lasciato la borsa sul sedile dell'auto. Weiss (originario di Moncalieri, in provincia di Torino) aveva spaccato il finestrino dell'auto e prelevato contanti e cellulari dalla borsa, gettando via il resto.

Le forze dell'ordine gli hanno dato la caccia fino al 2 febbraio 2011, quando Weiss, a bordo di una Volkswagen Golf insieme ad Alberto Labbiate, ha cercato di sfuggire a un controllo dei carabinieri lungo la statale 342 nel lecchese. Ma i militari hanno inseguito l'auto e li hanno bloccati a Barzago. Perquisendo la Golf hanno rinvenuto un cellulare rubato poche ore prima a Verano Brianza e materiale per commettere infrazioni di vario tipo.

Reo confesso, Weiss è stato poi giudicato in ottobre. E' stato condannato a sei mesi col doppio beneficio della non menzione e della sospensione della pena. Con lui condannati (per ricettazione) anche i due pizzaioli marocchini che avevano acquistato il cellulare della signora Maroni.

Anthony Labbiate, l'uomo ferito nell'agguato di ieri sera, era stato anche lui coinvolto: aveva ricevuto una condanna a un mese per favoreggiamento, per avere accompagnato il cognato Weiss dai marocchini, anche se aveva negato l'addebito.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato di Seregno, uno dei due aveva rapinato la moglie di Maroni

MonzaToday è in caricamento