rotate-mobile
Cronaca / Centro Storico / Piazza Trento e Trieste

Quelle "misteriose" transenne che proteggono il Monumento monzese

Il Monumento ai caduti è stato transennato

Le trasenne sono apparse alcuni giorni fa. Il Monumento ai caduti in piazza Trento e Trieste è stato circondato dalle transenne di plastica. Una "novità" non certo passata inosservata a chi frequenta il centro storico. Ma anche (e soprattutto) ai tanti bambini e ragazzi che spesso lo utilizzano per sedersi, chiacchierare, mangiare un gelato e correre su e giù lungo il prato che circonda i lati.

Ma come mai il Monumento ai caduti è stato transennato? La domanda è rimbalzata anche sui social. Qualcuno ha raccolto la soluzione positivamente vedendo in questo modo un primo impedimento a chi utilizza impropriamente il Monumento dedicato ai monzesi morti durante la guerra. Fino allo scorso fine settimana, come ci hanno confermato anche alcuni lettori, non c'erano protezioni e il Monumento era invaso da ragazzi e giovani. Poi, dopo le celebrazioni del 25 aprile, sono apparse le transenne e il Monumento è così diventato (almeno per ora) invalicabile. 

Il Monumento ai caduti transennato (Foto Loddo/MonzaToday) 

Monumento caduti (Foto Andrea Loddo)-3

L'idea di mettere in sicurezza il Monumento e di impederne l'accesso proprio poche settimane fa era finito persino in consiglio comunale, con una mozione presentata dal consigliere Stefano Galli (Fratelli d'Italia) che aveva chiesto interventi per la protezione e la tutela del Monumento troppo spesso utilizzato in modo improprio dagli avventori che lo usavano anche come vespasiano. Qualcuno, in preda ai fumi dell'alcol, ci portava persinio sedie e tavolini. Galli aveva chiesto "chiudere" il monumento e di sanzionare chi lo oltraggiava, recuperando il progetto di "protezione" presentato dall'allora giunta Allevi. 

La giunta aveva detto no alla chiusura

L'assessore ai lavori Pubblici Marco Lamperti, però, durante quel consiglio comunale aveva annunciato il progetto di riqualificazione del monumento, ma senza quelle chiusure auspicate dal progetto dei predecessori. "Non neghiamo il problema - aveva commentato -. Un problema certamente legato alla mancanza di illuminazione che tutela i trasgressori. Abbiamo in programma un progetto di illuminazione di tutta la piazza e anche del Monumento, la sistemazione dell'area verde, la collocazione alla base dei quattro angoli del prato di cartelli che invitano a rispettare il luogo, e la creazione di una barriera arborea. Ma no alla chiusura". Intanto sono comparse le transenne.

La redazione di MonzaToday ha contattato il comune di Monza per avere chiarimenti in merito alla presenza delle protezioni, ma ad oggi senza ricevere una risposta ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quelle "misteriose" transenne che proteggono il Monumento monzese

MonzaToday è in caricamento