Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca San Fruttuoso / Via Alfonso Marelli

A San Fruttuoso un monumento per Lea Garofalo

Domenica 24 novembre il sindaco Roberto Scanagatti inaugurerà il monumento eretto in memoria di Lea Garofalo, la testimone di giustizia uccisa nel 2009 dalla 'ndrangheta

Lea Garofalo si è dimostrata una donna di grande coraggio e oggi Monza vuole ricordare il suo sacrificio per la verità e la giustizia con un monumento perché il suo gesto possa essere uno spunto di riflessione anche per le generazioni future e perché il suo sorriso non si sia spento invano.

Alla testimone di giustizia torturata e uccisa nel 2009 dall’ndrangheta domenica 24 novembre Monza dedicherà un monumento.

Si tratta dell’opera “La porta del dolore” realizzata dallo scultore Ernesto Galimberti e commissionata dall’Associazione culturale San Fruttuoso in collaborazione con Libera e con l’Osservatorio sulle mafie in Brianza “Peppino Impastato”.

Questa sorgerà nel cimitero di San Fruttuoso, nel luogo dove, a distanza di anni, furono trovati in un campo i resti della donna vittima della ‘ndrangheta.

Alla cerimonia di inaugurazione saranno presenti, oltre al sindaco, Roberto Scanagatti, le autorità e agli esponenti delle associazioni, il prefetto vicario di Monza, Giulia d’Onofrio, l’assessore ai Lavori pubblici, Antonio Marrazzo e l’avvocato di Libera, Enza Rando, responsabile dell’ufficio legale dell’associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A San Fruttuoso un monumento per Lea Garofalo

MonzaToday è in caricamento