Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Befana del motociclista: niente sfilate ma aiuti alle famiglie monzesi in difficoltà

La pandemia ferma la tradizionale manifestazione benefica organizzata dal Moto Club Monza. Ma i centauri non si arrendono e promuovono una raccolta di beni di prima necessità da donare alle famiglie monzesi in difficoltà. Riempiranno le calze con cibo, giochi e materiale didattico

La pandemia spegne i motori ma non la solidarietà. Torna quest’anno, ma senza sfilate per il centro di Monza, la Befana del motociclista evento benefico organizzato da ventisette anni dal Moto Club Monza.

Il 6 gennaio non ci sarà il tradizionale raduno in centro con motociclisti provenienti da tutta la Lombardia che in sella ai loro bolidi (spesso decorati a tema) consegneranno i doni negli istituti monzesi dove sono accolti i minori che provengono da situazioni familiari difficili.

Ma i centauri hanno comunque deciso di dare il loro contributo, questa volta alle famiglie in difficoltà, in molti casi messe in ginocchio dalla pandemia.
In concerto con i Servizi sociali del Comune di Monza hanno stilato una lista di prodotti da raccogliere e poi consegnare il 7 gennaio in Comune. I motociclisti (ma l’iniziativa è aperta a tutti) riempiranno le loro calze con pannolini, latte in polvere, omogenizzati, generi alimentari di prima necessità (pasta, passata di pomodoro, scatolame a lunga conservazione, prodotti per la prima colazione…) , giocattoli, materiale didattico, abbigliamento.

I doni potranno essere consegnati nella sede del Motoclub Monza in corso Milano 39 martedì dalle 9.30 alle 16.30, oppure contattando telefonicamente Daniele (348.2652601), Damiano (329.8431344), Roberto (340.8504847)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Befana del motociclista: niente sfilate ma aiuti alle famiglie monzesi in difficoltà

MonzaToday è in caricamento