Risultati dei tamponi in vetrina: da Cattani i clienti entrano senza paura

Lorenzo Cattani gestisce uno storico negozio di abbigliamento. Per tranquillizzare i clienti ancora timorosi ha esposto in vetrina i risultati dei test sierologici e dei tamponi ai quali lui e i suoi dipendenti si sono sottoposti

Non hanno il Covid e per tranquillizzare i  clienti mettono i risultati del test sierologico e del tampone in vetrina. Il negozio Cattani-Vezzoli di via Cavallotti 126 è “Covid-free” e i proprietari lo annunciano a tutti attaccando all’ingresso i risultati del test al quale, tutto il team, si è sottoposto.

L’idea è di Lorenzo Cattani, che insieme ai genitori e alla commessa Gabriella Brioschi, lavora nello storico negozio di abbigliamento e di profumi sotto i portici di via Cavallotti. Quest’anno l’attività spegne la cinquantesima candelina, ma Lorenzo sperava di festeggiare l’importante traguardo in modo diverso, non lottando contro la paura del contagio che, anche a Monza, persiste.

“Abbiamo deciso di tranquillizzare ulteriormente i clienti facendogli vedere che non abbiamo il Covid – spiega -. Abbiamo aderito a “Monza Consapevole”, iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con enti pubblici e privati che ha permesso alle imprese con massimo quattro dipendenti di sottoporsi gratuitamente ai test sierologici e ai tamponi. Fortunatamente siamo risultati tutti negativi e abbiamo deciso di farlo sapere appendendo i risultati in vetrina”.

Bando alla privacy: per tranquillizzare i clienti e attirarne di nuovi, Lorenzo Cattani e la sua squadra non si sono fatti problemi e mostrare a tutti i risultati dei loro test.

La paura infatti prosegue, e anche il commercio ne risente. Fin dall’inizio della pandemia l'imprenditore monzese aveva cercato di far fronte alle difficoltà promuovendo anche il servizio del negozio a domicilio, evitando soprattutto agli affezionati più anziani e fragili di dover uscire di casa per far scorte di biancheria e di fragranze.

“Superata la fase di emergenza le persone hanno comunque paura. Distanziamento sociale, mascherine e disinfettante non sempre bastano a tranquillizzare. Ci sono clienti storici che ancora oggi hanno paura ad uscire di casa e ad entrare nei negozi. Mettendo in vetrina i risultati dei test forse si tranquillizzeranno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento