A Monza i ragazzi a scuola di antibullismo con il campione Alessio Martino

Dal 20 luglio al 5 agosto il campione italiano di Muay Thai insegnerà ai ragazzi a opporsi ai bulli e a recuperare l'autostima

Lotta al bullismo sotto il segno dello sport e della socializzazione con la Croce Rossa Italiana e Alessio Martino, campione di Muay Thai. 

Questa la proposta promossa dal Comitato monzese della Cri in collaborazione con il campione brianzolo. Dal 20 luglio al 5 agosto il lunedì e il mercoledì dalle 16 alle 18 negli spazi di RBO Investment in via Philips 12 si svolgerà un camp estivo all'insegna dello sport e della lotta al bullismo. 

L'iniziativa è rivolta ai ragazzi e alle ragazze di età compresa tra i 10 e i 17 anni. Sotto la guida di Alessio Martino apprenderanno le tecniche basilari dell’autodifesa e seguiranno un percorso di antibullismo e di recupero della propria autostima.
Un maestro d'eccezione: Martino è campione italiano di Muay Thai, arte marziale e disciplina da combattimento nata e sviluppatasi in Thailandia che unisce alla preparazione atletica la concentrazione mentale.

Alessio Martino da anni è impegnato anche in progetti di anti bullismo nelle scuole e nei centri civici, soprattutto nei quartieri più a rischio, nella certezza che lo sport allontana i ragazzi dalla strada.

“Se sei forte dimostralo sul ring contro un avversario preparato e allenato, non a scuola o in strada contro i più deboli”, questo uno dei messaggi che il campione invia durante le sue lezioni.

“Credo fortemente a questo progetto, rivolto a una fascia d’età molto delicata: i ragazzi sono il nostro futuro – commenta Alessio Martino -. È da vent'anni che rivivo negli occhi dei miei allievi l'entusiasmo e le emozioni degli adolescenti e dei giovani. In molti rivedo il percorso che avevo fatto io: è bello quando si illuminano i loro occhi di fronte alla motivazione sportiva, allontanandoli da distrazioni o da compagnie pericolose alle quali ci si avvicina più per paura della solitudine che per autentica condivisione di certi valori. Quando ho scoperto l'emozione del ring la mia vita è completamente cambiata. Ho imparato a rimettermi sempre in gioco”.

“Crediamo molto in questo progetto - commenta Dario Funaro, presidente del Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana -. Un progetto pensato, in questa particolare estate, per i preadolescenti e gli adolescenti che rischiano di trascorrere le giornate chiusi in casa davanti al pc o in mezzo alla strada con la possibilità di imbattersi in brutte compagnie. Siamo felici di offrire alle famiglie monzesi questo camp dal forte valore sportivo e umano per avvicinare i ragazzi a questa disciplina e soprattutto farli socializzare e riflettere sull'importanza del rispetto delle regole e del prossimo”.

Per partecipare: abbigliamento sportivo, munirsi di una bottiglietta d’acqua. Per accedere è necessario indossare la mascherina.

Contributo di partecipazione: 10 euro comprensivi anche di assicurazione.

Per informazioni e iscrizioni telefonare al 347.4578816 o scrivere a monza.sviluppo@lombardia.cri.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento