menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Emergenza freddo, problemi anche al carcere di Monza

Si gela ovunque, caloriferi spenti, caldaie a singhiozzo. In cella i detenuti si riscaldano con i fornelli a gas, i poliziotti e gli addetti con stufette elettriche. La denuncia della Uil penitenziari

Emergenza freddo in questi giorni, in generale a Monza e Brianza e in particolare anche in carcere. Lo denuncia la Uil penitenziari della Lombardia.

"E' un problema generalizzato a tutto l'istituto - spiega Domenico Benemia, segretario regionale del sindacato - le caldaie vanno a singhiozzo". Caloriferi freddi, acqua altrettanto fredda da docce e rubinetti. La situazione è la stessa negli uffici, nella caserma degli agenti di polizia e nelle celle, dove i detenuti cercano di scaldarsi con i fornelli a gas in dotazione.

"Ci siamo attrezzati con stufette elettrice - continua Benemia - m a non riscaldano abbastanza". Un nuovo tassello del gelo eccezionale che in questi giorni sta creando parecchi disagi: dalle scuole che devono tenere accesi i caloriferi di notte al clochard che stava morendo assiderato ai giardinetti di via Azzone Visconti. Per il carcere, poi, è un problema in più.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Besana Brianza, in coda per il vaccino c'è Maurizio Vandelli

Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

social

L'appello di Jacopo, 7 anni: "Aiutatemi a ritrovare il mio pupazzo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento