Cronaca

Tradito dall'I-Phone: arrestato per ricettazione, ha una serra in casa

L'incredibile storia comincia a Genova, dove un italiano è stato arrestato assieme a un complice marocchino alla guida di una macchina di lusso. La vettura era destinata al mercato estero. La sorpresa è arrivata dopo la perquisizione

MONZA - Trafficavano in automobili di lusso. ll piano era semplice, rubare  le vetture   e rivenderle all'estero. Probabilmente era destinata al mercato straniero anche la BMW 330 M3 su cui l'altra sera viaggiavano G.A., italiano alla guida, e A.A., egiziano. Fermati per un controllo dalla Polizia Stradale di Genova,  i due non hanno saputo giustificare la provenienza del veicolo. Agli agenti è bastato un semplice controllo nei terminali  per capire che l'auto era di provenienza illecita. Inevitabile a quel punto l'arresto con le accuse di appropriazione indebita e falso in atto pubblico in concorso.


LE PROVE -  Come da prassi in questi casi, la Polizia ha sequestrato anche due cellulari e un I-Phone alla ricerca di ulteriori indizi di reato da portare in giudizio. Quando però gli agenti hanno aperto la gallery fotografica, si sono trovati di fronte a quello che mai avrebbero creduto. Oltre alle prove del traffico di auto, nelle foto archiviate e mai cancellate  era ritratta una intera piantagione di marijuana, con immagini raffiguranti tutte le fasi di lavorazione della cannabis.

PERQUISIZIONE - Qualche cosa di più di un sospetto. A questo punto gli inquirenti  hanno  chiesto al magistrato  l'autorizzazione per procedere a una perquisizione nell'abitazione  dei due. Nell'appartamento brianzolo dell'italiano, oltre alle prove del traffico di auto, la sorpresa: una serra casalinga con tutto l'occorrente per la coltivazione della marijuana. L'uomo possedeva un armamentario da professionista che comprendeva  prodotti  di ogni genere per favorire  per la crescita, la raccolta e la raffinazione delle foglie: nel "covo" scoperto, persino  strumenti per la misurazione del pH. In casa sono stati ritrovati anche 25 grammi di hashish suddiviso in dosi pronte per la vendita.  Alle accuse si è quindi aggiunta quella di spaccio. L'uomo si trova ora rinchiuso nel carcere di Monza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tradito dall'I-Phone: arrestato per ricettazione, ha una serra in casa

MonzaToday è in caricamento