Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Giuseppe / Via Niccolò Machiavelli

Monza “avvelenata”: era (ed è) la città più inquinata di tutta Italia

Una classifica dell’Oms, che ha monitorato l’aria italiana dal 2008 al 2013, mette Monza al primo posto per inquinamento. E la situazione peggiora

Il traffico non si fermerà, almeno per non tutti. I veicoli Diesel Euro 3 senza filtro antiparticolato dovranno restare in garage, ma potrebbe servire a poco. Forse, numeri alla mano, sarebbe servito a poco anche il blocco totale del traffico per tre giorni deciso dalla “grande sorella” Milano. Perché Monza, e lo dicono i dati, era - e con buone probabilità continua ad esserlo - la città più inquinata d’Italia. 

A regalare alla città di Teodolinda un altro per nulla invidiabile record è l’Organizzazione mondiale per la sanità, che per cinque anni - dal 2008 al 2013 - ha monitorato l’aria, la brutta aria, che tira in Italia. I risultati per Monza sono da brividi: quelle piccole particelle di fumo e polvere che, sempre secondo l’Oms hanno causato più di 84mila morti premature in Italia, a Monza hanno trovato terreno più che fertile. Hanno trovato una vera e propria casa. 

Monza, come mostra un servizio mandato in onda da SkyTg24 il giorno di Natale, è per distacco la provincia messa peggio in tutto lo Stivale. Il limite di Pm10 stabilito dall’Oms è di 50 microgrammi per metro cubo e il capoluogo brianzolo dal 2008 al 2013 ha avuto - proprio secondo le rilevazioni Oms - una media di 47. Torino, che è seconda in classifica, si ferma a 44. Milano, la città che sembra soffrire di più l’emergenza smog di questi giorni, si ferma ad un modesto 37 che impallidisce difronte al 47 di Monza, già indicata da Legambiente come la città più inquinata di Lombardia

inquinamento monza skytg24-2-2-2

E se la speranza era che dal 2013 ad oggi le cose fossero cambiate in meglio, la realtà è che sembrano essere ancora peggiorate. E di molto. La conferma arriva dai dati dell’azienda regionale per la protezione ambientale, l’Arpa. Nella sezione “qualità dell’aria” per Monza tira ancora una bruttissima aria. Anche nella settimana in cui è riesplosa con tutta la sua forza l’emergenza smog, il capoluogo brianzolo sembra essere quello messo peggio di tutta la Lombardia, la Regione che - evidentemente - soffre di più l’allerta. 

Dal 19 al 25 dicembre, infatti, la centralina Arpa di via Machiavelli a Monza ha registrato una media giornaliera di 68 microgrammi per metro cubo di Pm10 nell’aria. Milano, dove dal 28 al 31 dicembre sarà in vigore il blocco totale del traffico, ha fatto segnare una media di 67. 

INQUINAMENTO CONFRONTO MONZA-MILANO-2-2-3

L’analisi dei singoli giorni, poi, è da brividi. Il giorno più inquinato è stato il 17 dicembre, con una presenza nell’aria di 104 microgrammi per metro cubo di Pm10, a fronte di un limite massimo di 50. I giorni più “puliti” - si fa per dire - sono stati il 24 e il 25 dicembre, quando i livelli di Pm10 si sono fermati a 98 microgrammi per metro cubo. Cioè, nel giorno “migliore”, esattamente 48 microgrammi per metro cubo al di sopra di ogni limite. 

Segno evidente che a Monza, oggi come ieri, tira un’aria bruttissima. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza “avvelenata”: era (ed è) la città più inquinata di tutta Italia

MonzaToday è in caricamento