Una penna anti-contraffazione per i falsi pass invalidi

Cinquanta penne ottiche e 5.000 pass per sconfiggere i taroccatori di pass. Lo strumento sarà a disposizione degli agenti della Polizia Municipale. In futuro potrebbe servire anche per altri contrassegni

Stop alla sosta selvaggia. Per risolvere almeno in parte il problema dei falsi pass, una penna ottica anti-contraffazione di cui saranno dotati i vigili urbani servirà a scoraggiare i "taroccatori". "Ne abbiamo comprate 50 assieme a 5.000 etichette anti-contraffazione - ha dichiarato l'assessore alla Sicurezza Simone Villa . In questo modo i nostri agenti saranno in grado di controllare in modo rapido e tempestivo le auto in sosta nelle aree riservate ai disabili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tecnologia usata su questo fronte potrà essere applicata in futuro, ha spiegato l'assessore, anche per altri contrassegni, come quelli dei residenti all'interno delle aree Ztl e dei medici. Sui parabrezza  delle auto che hanno diritto al pass sarà apposta una speciale etichetta: sarà poi la penna a stabilire se l'adesivo è autentico, oppure è stato contraffatto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • Coronavirus, a Monza e Brianza 2.462 casi di Covid-19: 100 in più in un giorno

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Monza, fingono di fare la spesa insieme per vedersi: scatta la maxi multa

Torna su
MonzaToday è in caricamento