Una penna anti-contraffazione per i falsi pass invalidi

Cinquanta penne ottiche e 5.000 pass per sconfiggere i taroccatori di pass. Lo strumento sarà a disposizione degli agenti della Polizia Municipale. In futuro potrebbe servire anche per altri contrassegni

Stop alla sosta selvaggia. Per risolvere almeno in parte il problema dei falsi pass, una penna ottica anti-contraffazione di cui saranno dotati i vigili urbani servirà a scoraggiare i "taroccatori". "Ne abbiamo comprate 50 assieme a 5.000 etichette anti-contraffazione - ha dichiarato l'assessore alla Sicurezza Simone Villa . In questo modo i nostri agenti saranno in grado di controllare in modo rapido e tempestivo le auto in sosta nelle aree riservate ai disabili".

La tecnologia usata su questo fronte potrà essere applicata in futuro, ha spiegato l'assessore, anche per altri contrassegni, come quelli dei residenti all'interno delle aree Ztl e dei medici. Sui parabrezza  delle auto che hanno diritto al pass sarà apposta una speciale etichetta: sarà poi la penna a stabilire se l'adesivo è autentico, oppure è stato contraffatto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento