Monza, processo Ponzoni: è il turno del "grande accusatore" Pennati

L'ex collaboratore, autore di uno scottante memoriale nelle mani dei magistrati, ha deposto ieri in Tribunale. "Minacce di morte, rapporti con personaggi della malavita, pressioni sul PGT di Desio"

Massimo Ponzoni (da Facebook)

MONZA – L’ex assessore regionale e «deus ex machina» dell’intera politica brianzola Massimo Ponzoni  è sotto processo al Tribunale di Monza per corruzione e bancarotta. Ieri (lunedì) ha parlato Sergio Pennati, per anni socio in affari di  Massimo Ponzoni, diventato famoso per aver redatto un memoriale, posto sotto sequestro dalle Fiamme Gialle, nel quale senza troppi peli sulla lingua ha sostenuto di aver ricevuto «minacce in stile mafioso» da Ponzoni, arrivando a sostenere di poter perdere la vita. E' stato  il momento del «grande accusatore». 

MINACCE - Pennati – anche ieri in aula – ha ripetuto di aver subito minacce da Ponzoni: «La prima volta è stato negli uffici della Regione, dove mi presentavo ogni giorno per parlare dei debiti sempre più schiaccianti».  L'ex golden boy del Pdl gli avrebbe risposto: «Ti schiaccio io».
Un altro episodio con minacce è avvenuto in un bar a Cesano Maderno (città dove Ponzoni abita): «"Qui conta avere gli amici giusti, e io li ho" - avrebbe detto -  Subito ho capito che si riveriva ad ambienti malavitosi che frequentava in quello stesso bar».

FORMIGONI E CL - Pennati ha poi parlato del fiume di denaro da lui fornito per finanziare le campagne elettorali del «lider Maximo»: «Sotto le elezioni pagavo fino a 3000 euro ai ristoranti. Poi altre due o tre buste con dentro 5000 euro ciascuna a lui: gli servivano per comprarsi i voti». Soldi sarebbero andati anche a Comunione e Liberazione e per pagare una vacanza ai Tropici a Formigoni (che ha smentito).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DROGHE - Momenti di tensione in aula quando Sergio Pennati ha ricostruito il presunto ruolo di Massimo Ponzoni nel «pilotare» il Piano del governo del territorio di Desio (diventato famoso come il Pgt del cemento) e quando Pennati ha descritto Ponzoni come grande consumatore di droghe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento