Senzatetto, bene la raccolta: dieci furgoni di indumenti usati

Continua l'opera di prevenzione per i clochard cittadini: il Comune assieme alle associazioni ha messo assieme vestiti e generi di prima necessità per i poveri monzesi

MONZA - L’appello lanciato dal Comune per la raccolta di indumenti e generi alimentari da destinare alle persone senza fissa dimora ospitate nel centro allestito in via Spallanzani è  stato raccolto dai cittadini e ha dato ottimi frutti. Il 6 e 7 dicembre nelle sedi delle 5 ex circoscrizioni sono stati infatti complessivamente riempiti 10 furgoni con una grande quantità di vestiti pesanti, che garantiranno cambi frequenti per ogni persona, numerosi sacchi a pelo e coperte, necessarie anche a prestare soccorso immediato nelle strade, e generi alimentari sufficienti fino a febbraio.

Caritas, San Vincenzo, Frati Francescani, Croce Rossa Italiana, Protezione Civile, City Angels, gli Scout e Progetti di Unità di Strada continuano intanto a collaborare con il Comune per fronteggiare l’emergenza freddo: nella struttura di via Spallanzani, dove nei giorni scorsi si è aggiunta la tenda della Croce rossa, sono mediamente una trentina le persone che ogni giorno trovano riparo e accoglienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento