rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Libertà / Via Enrico da Monza

Monza, scritte contro la polizia sui muri di fronte al NEI

Sono comparse nei giorni scorsi. Qualcuno ha cercata di cancellarle, riuscendoci solo a metà

MONZA - "I love sbirri morti", quattro parole che non hanno bisogno di traduzione. La frase è comparsa nei giorni scorsi in via Enrico da Monza, proprio di rimpetto al centro sportivo. Qualcuno ha provveduto a cancellare alcune lettere, cercando di mascherarne il senso: un'operazione riuscita solo a metà. Resta l'acronimo ACAB ("all cops are bastard, dove "cops" sono i poliziotti e il resto non ha bisogno di traduzione). Probabilmente si tratta di una bravata di dubbio gusto ad opera di ragazzini, con riferimento alla sparatoria di palazzo Chigi avvenuta nelle scorse settimane. Negli stessi giorni, sono comparse molte scritte nella zona, tutte di contenuto politico. 

FOTOGALLERY - SCRITTE CONTRO LA POLIZIA A MONZA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monza, scritte contro la polizia sui muri di fronte al NEI

MonzaToday è in caricamento