Gli studenti dell’Istituto Superiore ”Mosè Bianchi” a scuola con UniCredit

Inizia oggi il ciclo di formazione bancaria di base per un corretto e più consapevole avviamento dei giovani al mondo della banca. Saranno circa 80 gli studenti coinvolti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Prende il via oggi e durerà fino al 24 aprile il ciclo di formazione bancaria di base rivolto ai giovani che si svolge presso la sede dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore ”Mosè Bianchi” di Monza e che vedrà coinvolti circa 80 studenti. Il ciclo di incontri rientra nell’ambito di “In-formati”, il piano di educazione bancaria rivolto ai cittadini dei territori nei quali UniCredit opera e che si propone di contribuire ad accrescerne la cultura bancaria e finanziaria e con essa la capacità di realizzare quotidianamente scelte economiche consapevoli e sostenibili.

Obiettivo dei tre giorni di formazione è quello di fornire agli studenti le informazioni di base per un corretto e più consapevole avviamento al mondo della banca ed un utilizzo responsabile del denaro. Caratterizzato da contenuti e stile di linguaggio semplice e pratico, il corso affronterà nelle prime due giornate – il 3 ed il 17 aprile, in collaborazione con Adiconsum, Movimento Difesa del Cittadino e Fedeconsumatori - argomenti quali i conti correnti, la monetica, gli strumenti di pagamento ed i finanziamenti personali. Il 24 aprile, invece, gli studenti affronteranno il tema dell’accesso al credito, della valutazione del merito creditizio nel sistema bancario e le logiche relative al processo di concessione del credito alle aziende.

Questo il programma dei corsi che si terranno presso dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore ”Mosè Bianchi” di Monza, in via Minerva 1: oggi “Guadagniamo il Futuro”, il 17 aprile “Guadagniamo il Futuro” e il 24 aprile “Il Dialogo Banca e Impresa”.

«Il corso è stato pensato e programmato per rispondere alle specifiche esigenze dei giovani, per avviarli verso un più consapevole e corretto rapporto con la banca - ha spiegato Monica Cellerino, Responsabile di Territorio per la Lombardia di UniCredit. Crediamo fermamente che la sostenibilità di un’attività economica passi anche attraverso la crescita della conoscenza e della consapevolezza dei consumatori e dei cittadini. In questo senso abbiamo scelto di offrire gratuitamente e senza finalità commerciale l’esperienza dei nostri collaboratori attraverso il Programma “In-formati”, i quali hanno aderito in modo del tutto volontario in ottica di condivisione e servizio alla comunità».
 
Per il Mosè Bianchi si esprime la prof.ssa Loredana Chiasera, referente dei progetti Alternanza Scuola/lavoro e Stage: «Gli incontri con gli esperti di Unicredit rispondono alla nostra esigenza di arricchire la formazione  acquisita nei percorsi scolastici per un armonico sviluppo culturale sociale ed economico dei nostri studenti e nel contempo realizzare un organico collegamento dell’istituto con il mondo del lavoro e la società civile»
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento