Rimane indietro sul sentiero, monzese soccorso in montagna

L'episodio domenica nel tardo pomeriggio quando durante la discesa un escursionista ha perso di vista il compagno che era rimasto indietro e ha dato l'allarme

Mentre effettuavano la discesa per tornare a valle non lo ha più visto arrivare e ha dato l'allarme.

E' stato così che a Sondrio, in Val Masino, il Soccorso Alpino è intervenuto per aiutare una coppia di escursionisti monzesi lungo il sentiero che conduce al rifugio Gianetti. Durante la discesa uno dei due uomini è rimasto indietro e il compagno ha perso le sue tracce: non vedendolo arrivare si è preoccupato e dopo aver atteso un'ora invano, intorno alle 20, ha chiesto aiuto.

Subito si sono attivate le ricerche delle squadre del Cnsas, Centro Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, che lo hanno intercettato lungo il sentiero. L'escursionista monzese era illeso ed è stato riaccompagnato a valle.

Sempre nella giornata di domenica intorno alle 16 un altro intervento ha coinvolto una coppia di comaschi che avevano perso il sentiero mentre scendevano dal rifugio Ponti. Recuperati da un elicottero, sono stati ricondotti a valle senza alcuna conseguenza. 

"In questi giorni, se si va in montagna, è necessario prestare molta attenzione ai tempi di rientro perché il sole tramonta prima e il buio sopraggiunge dopo pochi minuti" ribadiscono dal Cnsas. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento