Sorelline morsicate da pitbull: migliorano ma in prognosi riservata

I medici sono comunque ottimisti

Bambine morsicate da un pitbull

E' ancora riservata la prognosi delle due sorelline di tre e cinque anni morsicate da un pitbull venerdì 18 febbraio a Olgiate Olona (Varese). Lo rende noto l'ospedale San Gerardo, dove resta ricoverata E., la più grande, mentre A., la sorella minore, ha raggiunto il nosocomio monzese da Legnano, dove era stata ricoverata in un primo momento, su richiesta della famiglia.

Per la sorella più piccola, come riferisce Alberto Bozzetti, direttore dell'unità operativa di chirurgia maxillo-facciale, i chirurghi stanno in particolare controllando la vitalità del cuoio capelluto. Circa la più grande, sempre Bozzetti spiega che il recupero sarà "lento ma progressivo" e c'è speranza di "una buona ripresa funzionale". Nei prossimi mesi la bambina verrà seguita per "minimizzare gli esiti, che tuttavia ci saranno, delle cicatrici". 

Il decorso post-operatorio è comunque "regolare per entrambe le bambine. Non ci sono complicanze in atto", conclude Bozzetti. Per le bimbe e la famiglia è già stata disposta anche un'assistenza di tipo psicologico. Entrambe le sorelline non presentano, per ora, segni di infezioni e hanno ripreso l'alimentazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento