Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Stefania è precipitata in un canalone per 200 metri: la tragedia sotto gli occhi del fidanzato

La tragedia domenica. Dopo l'incidente il cuore della giovane monzese ha smesso di battere lunedì

E' precipitata per duecento metri sotto gli occhi del fidanzato e degli amici. E' morta così Stefania Caruana, 30enne monzese, in seguito alle compicazioni legate a una tragica caduta in un canalone domenica mattina sul “Cimon della Bagozza”, montagna delle Prealpi bergamasche.

Ha perso la vita facendo quello che amava, proprio sotto gli occhi del fidanzato con cui condivideva la passione e la sfida per la montagna. "Take the risk or loose the change", questa la frase che campeggia sul profilo social della giovane: "Accetta il rischio o perdi l'opportunità". Una filosofia di vita, una sfida continua contro i propri limiti che l'ha portata a scalare vette e raggiungere cime. Traguardi immortalati negli gli scatti che la ritraggono sorridente in compagnia del fidanzato dopo le fatiche.

Anche questa volta la giovane escursionista era in compagnia del fidanzato quando, per un tragico incidente, in località Schilpario è scivolata ed è precipitata per duecento metri, cadendo in un canalone e finendo contro una parete di neve ghiacciata. Immediatamente è scattato l'allarme che ha richiamato sul posto i soccorsi poi la disperata corsa all'ospedale Civile di Brescia.

Qui i medici hanno fatto di tutto per salvare la vita alla ragazza ma il cuore di Stefania ha smesso di battere lunedì pomeriggio dopo essere stata ricoverata in prognosi riservata con un gravissimo trauma facciale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefania è precipitata in un canalone per 200 metri: la tragedia sotto gli occhi del fidanzato

MonzaToday è in caricamento