In coma dopo anestesia, constatata la morte cerebrale per la donna ricoverata

I medici nella giornata di venerdì hanno constatato la morte cerebrale. La famiglia ha espresso la volontà di donare gli organi

E' stata constatata la morte cerebrale per A.M.T., la donna di 39 anni, sorpresa da un arresto cardiaco dopo essersi sottoposta all'anestesia per un intervento estetico. Le condizioni della trentanovenne che martedì avrebbe dovuto effettuare un intervento di liposuzione presso un centro di Seregno, si sono aggravate nelle ultime ore e i medici dell'ospedale San Gerardo, dopo la riunione del collegio medico-legale, hanno dichiarato la morte cerebrale.

Il coma dopo l'anestesia

La donna martedì pomeriggio è giunta già in coma, in arresto cardiocircolatorio, all'ospedale San Gerardo di Monza dove è stata ricoverata nel reparto di Teraia Intensiva Neurochirurgica. Le sue condizioni nelle ultime ore sono peggiorate, come comunica il bollettino diffuso dal nosocomio monzese.

"Le terapie neuroprotettive effettuate, in particolare l’ipotermia terapeutica, non sono state sufficienti a frenare l’evoluzione del danno cerebrale iniziato al momento dell’arresto cardiocircolatorio" si legge nella nota. "Gli accertamenti atti a definire l’entità del danno cerebrale post-anossico effettuati in questi  giorni (Tac, angioTAC, Risonanza Magnetica e neurofisiologia) convergono nel descrivere l’evoluzione di un quadro di coma postanossico con aumento dell’edema cerebrale e la comparsa  di lesioni ischemiche diffuse conseguenza del prolungato arresto di circolo".

Constatata la morte cerebrale

Da venerdì matttina la donna presenta i criteri clinici di morte cerebrale. I famigliari hanno espresso volontà di donare gli organi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento