rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Via Visconti

Matteo, il dolore dell’amico: “Cinque minuti prima eravamo insieme”

Uno dei compagni scout del ragazzo morto nell’incidente di via Visconti difende l’amico: “Non incolpate i genitori. Matteo era una brava persona”

Erano stati insieme fino a cinque minuti prima. Si erano salutati con la promessa di vedersi giovedì mattina, quando entrambi - con il resto del gruppo - sarebbero dovuti partire per la route di Pasqua

Una route che Matteo non farà mai. Perché la sua vita si è spezzata tragicamente, a soli sedici anni, martedì sera, quando in via Visconti un’auto ha travolto lui e la sua bici. Ha lottato Matteo, ha tenuto duro una notte. Ma poi mercoledì mattina la tragedia: “Morte cerebrale”. 

Un dramma che ha sconvolto la sua famiglia e i suoi amici, che ora lo difendono e ne tengono viva la memoria. “Ciao sono un amico di Matteo - è il messaggio che un ragazzo ha lasciato sulla bacheca del gruppo Facebook “Sei di Monza se…” - lo conoscevo da quando avevamo otto anni”. 

“Ieri sera eravamo alla riunione scout insieme, stavamo tornado a casa - continua il giovane - Ci siamo salutati in via Visconti e dopo 5 minuti è successo tutto, domani mattina saremmo dovuti partire per la nostra route di Pasqua”. 

Poi, una risposta a chi nei momenti immediatamente successivi all’incidente ha cercato di trovare un colpevole. “Vorrei rispondere a tutte quelle persone che "incolpano" i genitori di mandare il loro figlio in bici alle 11 di sera" .

"Ricordo - scrive il ragazzo - che via Visconti è una delle vie più illuminate di Monza, quindi non incolpiamo persone che non avevano il caschetto o non avevano catarifrangenti (Matteo i caratarifrangeti li aveva), ma piuttosto le persone che fanno uso di sostanze stupefacenti e poi si mettono alla guida, per lo più superando i limiti di velocità”. Un’ipotesi questa, sulla presunta positività dell’autista della Volkswagen, comunque non ancora confermata. 

“Ricordo che Matteo Matteo era una brava persona, e faceva del bene per tutti - conclude l’amico della vittima - Ed anche per tutte quelle persone che lo incolpano, Matteo rimarrà sempre nei nostri cuori. Riposa in pace Matteo. Sempre i migliori se ne vanno”. 

L'incidente in via Visconti: morto a sedici anni Matteo Trenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matteo, il dolore dell’amico: “Cinque minuti prima eravamo insieme”

MonzaToday è in caricamento