Matteo, dramma nel dramma: la madre era appena andata a cercarlo

La donna, preoccupata per il ritardo, era uscita di casa per cercare suo figlio: lo ha riconosciuto da una scarpa sull'asfalto. Intanto la polizia locale frena sulla presunta positività dell'autista

La giovane vittima (Foto da Fb)

Si era preoccupata per quel ritardo insolito. Sapeva che a quell’ora suo figlio sarebbe già dovuto essere a casa. Così, con quel sesto senso che solo una madre sa avere, era uscita dalla loro casa in via Porta Lodi ed era andata a cercarlo al Carrobiolo, dove il suo ragazzino aveva un appuntamento con gli scout. Per arrivarci aveva scelto la strada che avrebbe fatto suo figlio: quella stessa strada sulla quale suo figlio, il sedicenne Matteo Trenti, aveva appena trovato la morte

C’è un dramma nel dramma nella tragedia del ragazzino investito e ucciso martedì sera in via Visconti mentre tornava a casa in bici. Sua madre, poco dopo le undici di quel drammatico martedì sera, era uscita di casa e si era avviata verso il luogo degli appuntamento con gli scout. Poi, a metà strada, la vista dei lampeggianti di un’ambulanza in lontananza e una scarpa sull’asfalto, quella di suo figlio, hanno trasformato i peggiori presagi in una tragica realtà. 

Matteo era appena stato investito da un’auto in via Visconti. Poche ore dopo, mercoledì mattina, i medici dell’ospedale San Gerardo dichiareranno la morte cerebrale e sua madre e suo padre, con l’ultimo gesto di grande dignità e forza, decideranno di dare il via libera alla donazione degli organi

Cosa sia successo in via Visconti è troppo presto per dirlo. La polizia locale ha chiuso la strada per ore per perfezionare tutti i rilievi ma una dinamica certa non c’è ancora. Quel che è sicuro è che Matteo, con la sua bici, è finito sul parabrezza di una Volkswagen bianca e ha fatto un volo di dieci metri. Per il resto solo tanti dubbi. 

Così come sono tanti ancora i dubbi sulla presunta positività al Thc dell’autista. Mercoledì si era diffusa la notizia, rilanciata dal Corriere della Sera, di una positività del ragazzo, che si è fermato a prestare aiuto e ha allertato i soccorsi in evidente stato di choc. Su questo il comandante della polizia locale di Monza, Alessandro Casale, ha frenato, chiarendo che solo gli esami dell’ospedale daranno un risultato sicuro e con una valenza giuridica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Le immagini subito dopo lo schianto

incidente (frame video youreporter)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento