Madre e figlia trovate morte all'interno della loro casa: giallo a Ornago

Il rinvenimento nel pomeriggio di sabato in via Santuario. Indagini in corso

Il condominio del rinvenimento (Foto Bennati/MonzaToday)

I corpi senza vita di due donne, madre e figlia, sono stati trovati nel pomeriggio di sabato all'interno di un'abitazione a Ornago, nel Vimercatese. Secondo le prime informazioni divulgate dai carabinieri, dallo stato dei corpi il loro decesso risulterebbe a qualche giorno fa. Non ci sono segni visibili di ferite, ma occorrerà esaminarli con maggiore attenzione: cosa che verrà fatta probabilmente domenica. I cadaveri sono stati trasportati all'obitorio di Milano.

Nell'appartamento, situato in un condominio di via Santuario, sono accorsi i carabinieri della compagnia di Vimercate insieme ai soccorsi con un'ambulanza e un'automedica del 118 che purtroppo non hanno potuto fare nulla. L'appartamento è risultato come fosse ripulito e sistemato, tuttavia sono state trovate tracce di sangue su alcuni abiti e su una scopa, probabilmente utilizzata per pulire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le due donne decedute sono madre e figlia, di 85 e 52 anni: rispettivamente Amalia Villa, vedova, e Marinella Ronco, nubile. Non uscivano spesso di casa ed entrambe condividevano l'abitazione di via Santuario, proprio in centro paese, con il fratello della madre (e zio della figlia), Paolo Villa. Proprio l'uomo, poco prima del rinvenimento dei cadaveri, è stato colto da malore (dopo avere bevuto troppo) all'interno di un bar poco distante dall'abitazione, il bar Al Sagrato di via Kennedy. L'uomo è stato trasportato in ambulanza all'ospedale di Vimercate dove è piantonato dai carabinieri. Nella notte è stato sottoposto a fermo di indiziato delitto e gli inquirenti sospetano sia lui l'assassino delle due donne. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I clienti abituali del bar hanno raccontato che, ultimamente, lo avevano notato piuttosto fiacco e trasandato. E' stato proprio per avvertire le familiari del malore dell'anziano che due clienti del bar si sono recati presso l'appartamento. Hanno suonato, non hanno ricevuto risposta e hanno provato ad aprire la porta, che era chiusa ma non a chiave. Così sono entrati e hanno scoperto i cadaveri delle due donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento