Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Morti sospette all'ospedale di Saronno, arrestati medico e infermiera

I due sono stati arrestati dai carabinieri di Saronno in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare per l'accusa di omicidio. L'indagine

Morti sospette in corsia. Un medico e un'infermiera che avevano prestato servizio all'ospedale di Saronno, ora trasferiti altrove, sono stati arrestati dai carabinieri di Saronno in esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare con l'accusa di omicidio.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Busto Arsizio e riguardano almeno quattro casi di morti sospette avvenute in corsia nell'ospedale di Saronno ai danni di pazienti anziani e malati ricoverati in Pronto Soccorso.

Il medico arrestato, un anestesista, è accusato di aver provocato i decessi mentre la donna, amante del professionista, è ritenuta responsabile di omicidio volontario nei confronti del marito, avvenuta secondo gli inquirenti in compicità con il dottore. All'uomo la donna avrebbe somministrato per lungo tempo, fino al decesso, farmaci incongrui con la cura. 

L'indagine fa riferimento a fatti avvenuti tra il febbraio 2012 e l'aprile del 2013 nel Pronto Soccorso dell'ospedale di piazzale Borella nel Varesotto. In seguito l'anestesista e l'infermiera sono stati trasferiti.

Alle vittime, tutte persone anziane e malate, sarebbero stati somministrati dosaggi elevati per via endovenosa di farmaci letali quali morfina, propofol e promaziona. Le indagini del Nucleo operativo dei carabinieri di Saronno sono partite dopo la denuncia di una infermiera avvenuta nel giugno del 2014. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sospette all'ospedale di Saronno, arrestati medico e infermiera

MonzaToday è in caricamento