Escursionista precipita dal Grignone: morto 43enne brianzolo

Il tragico incidente a 1700 metri di quota nella mattinata di venerdì

Immagine di repertorio (Soccorso Alpino Speleologico Lombardo)

Tragico incidente venerdi mattina nel lecchese a 1700 meti di quota. Un escursionista brianzolo, originario di Desio e residente a Bovisio Masciago, di 43 anni, è morto dopo essere precipitato dal Grignone all'altezza del rifugio Bietti-Buzzi.

Il drammatico incidente si è verificato poco dopo le 11 quando si sono levati in quota i mezzi di soccorso. Sul posto è intervenuto l'elisoccorso e i tecnici del Soccorso Alpino: il personale ha potuto soltanto constatare il decesso del 43enne e ricondurre la salma a valle. 

Secondo le prime informazioni emerse pare che il 43enne, A.P., padre di famiglia, sia scivolato lungo un sentiero nel tentativo di recuperare lo zaino, caduto qualche metro più in là durante una sosta per riprendere fiato. L'escursionista si è allungato per afferrare lo zaino ma è inciampato, è caduto e ha battuto la testa contro un sasso. Un impatto che non gli ha lasciato scampo. Il primo ad allertare i soccorsi è stato un amico che era insieme al 43enne in quota per un'escursione.

L'uomo lascia una moglie e tre figlie piccole. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento