Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Il tuffo in acqua poi il dramma, giovane non riemerge più: 19enne muore al San Gerardo

I soccorsi e il trasferimento nell'ospedale monzese

Un tuffo nel lago - in un punto in cui il divieto di balneazione è segnalato in maniera chiara - e poi il dramma. Un ragazzo di 19 anni, un giovane di origine egiziana residente a Milano, è morto domenica 13 agosto dopo un tuffo nelle acque del lago di Como, proprio davanti al Tempio Voltiano. Il giovane aveva raggiunto la città per trascorrere qualche ora al fresco ma la gita domenicale si è conclusa in tragedia.

Dopo il tuffo in acqua non è più riemerso. I soccorsi sono scattati intorno alle 13.45 con grande spiegamento di uomini e mezzi. I vigili del fuoco lo hanno recuperato a circa 8 metri di profondità ma il ragazzo era già sott'acqua da quasi venti minuti. Poi il trasferimento d'urgenza all'ospedale San Gerardo di Monza in elisoccorso dopo i tentativi di rianimazione iniziati sul posto. Il 19enne è giunto nel nosocomio monzese in codice rosso e qui putroppo è stato dichiarato il decesso.

Intanto, sulla sponda del lago, nonostante i divieti, i controlli della polizia locale le persone, sempre davanti al Tempio Voltiano, hanno continuato a tuffarsi. Come se nulla fosse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tuffo in acqua poi il dramma, giovane non riemerge più: 19enne muore al San Gerardo
MonzaToday è in caricamento