Brugherio, è morto Fermo Galbiati: era il "collezionista di collezioni"

Il sindaco: "Era conosciuto ovunque nel mondo grazie al suo museo miscellaneo"

Fermo Galbiati (foto Marco Troiano/Fb)

È morto nella giornata di lunedì 23 ottobre Fermo Galbiati, direttore del Museo miscellaneo Galbiati di Brugherio. A darne notizia è stato il sindaco Marco Troiano: "Brugherio perde il suo famoso "collezionista di collezioni", conosciuto ovunque nel mondo. Fermo ha creato, a partire da questa passione, il Museo Miscellaneo Galbiati, una realtà unica nel suo genere, che negli ultimi anni è stata portata avanti grazie anche alla passione di suo nipote Giovanni", ha scritto su Facebook. Le esequie si svolgeranno mercoledì alle 10.30 nella chiesa di San Bartolomeo a Brugherio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Museo Galbiati

"Il Museo Miscellaneo Galbiati, inaugurato nel 1950, comprende diverse collezioni: biciclette, fisarmoniche, fonografi e grammografi, oggetti d'uso di un tempo — si legge nella presentazione del Museo miscellaneo Galbiati —. La collezione di biciclette ripercorre l'intera evoluzione storica della due ruote, attraverso esemplari rarissimi, biciclette militari e professionali, velocipedi provenienti da Stati e costruttori diversi. La collezione di fisarmoniche comprende 300 esemplari di produzione mondiale, tra i quali non mancano prototipi, modelli di bandoneòn e concertine meccaniche. Numerosi di questi strumenti appartennero a famosi maestri, che le fecero costruire con applicazioni tecniche personalizzate. Sono inoltre presenti fonografi e grammofoni (tutti funzionanti) e una collezione di 10.000 dischi d'epoca, dal 78 giri in poi. La collezione intitolata "Oggetti misteriosi" consiste in 600 attrezzi da lavoro di tempi passati, che per noi oggi sono oggetti difficilmente decifrabili e il pubblico è sollecitato a indovinarne l'uso. Completa la collezione la sezione "Di tutto un po'", costituita da oggetti di epoche passate come proiettori cinematografici, lanterne magiche, misure per solidi e liquidi, macchine da scrivere, giocattoli, organetti, curiosità varie. Gli oggetti delle diverse collezioni sono spesso prestate a musei e spazi espositivi per mostre, sia in Italia sia all'estero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento