menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ragazzo (foto dal suo profilo Facebook)

Il ragazzo (foto dal suo profilo Facebook)

Un altro ragazzo morto al lago: Jean Carlos scompare a 26 anni

Il giovane, di Cinisello Balsamo, ha perso la vita a Moregallo, provincia di Lecco, dopo essersi tuffato, nonostante i divieti, da un'alta galleria

Un'altra vittima delle acque lacustri. Un altro ragazzo morto giovanissimo. Dopo la tragedia di sabato mattina a Lierna, dove è morto il 23enne Patrizio Antonio Catena, a perdere la vita nella serata dello stesso giorno è stato Jean Carlos Falconi Zambrano, un 26enne ecuatoriano residente a Cinisello Balsamo. 

In base a quanto ricostruito, il giovane si è tuffato da una galleria a circa dieci metri di altezza, al termine di una giornata con gli amici, ma non è più riemerso. Il tuffo è avvenuto in una zona dove la balneazione è proibita: l’accesso alla galleria è chiuso con una cancellata. Verso le 20 i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno recuperato il suo corpo purtroppo ormai senza vita nella zona di Moregallo, a una profondità di circa venti metri.

Ad intervenire sul luogo dell'incidente, invano, anche i volontari della Croce Rossa di Lecco e un'automedica. I pompieri hanno proceduto al recupero della salma. Nonostante sia proibito, soprattutto in estate, tanti ragazzi, del posto ma anche arrivati appositamente da fuori (ad esempio da Milano e Monza), si tuffano dalle alte gallerie di Moregallo, spesso facendosi riprendere dagli amici per poi postare i video sui social, con il rischio ogni volta di rimetterci la vita.

Galleria-11 (La galleria da dove il ragazzo si è tuffato)

"Fratello, sto molto male per questa perdita - ha scritto un amico della vittima sui social -. Spero che la tua famiglia possa essere forte in questi momenti. Mi dispiace per quello che è successo, lasci un vuoto nel mio cuore. Prenditi cura dei tuoi cari. Mi hai sempre aiutato e spinto a migliorare. Ti ricorderò sempre, il fratello che mi ha insegnato a parlare italiano".

Oltre a Patrizio Antonio e Jean Carlos, i due ragazzi morti sabato, la scorsa domenica sempre nel Lecchese, a Oggiono (lago di Annone), aveva perso la vita David Da Silva, 34enne di origine brasiliana e residente a Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento