Cronaca Usmate Velate

Morto il ladro albanese ricoverato dopo una caduta di 12 metri durante un furto

E' precipitato dal terzo piano di un palazzo di Mapello dove stava mettendo a segno un furto lo scorso 3 ottobre: dopo due mesi in ospedale è morto a 21 anni

Anche lui secondo i carabinieri della compagnia di Merate avrebbe partecipato ad alcuni colpi messi a segno dalla "banda delle spaccate" sgominata all'alba dell'Immacolata.

Ma a stroncare la sua giovane carriera di ladro ci ha pensato il destino: il ragazzo, 21 anni, di origine albanese, è morto in ospedale dopo che due mesi fa cadde a Mapello, nella bergamasca, facendo un volo di 12 metri.

Si trovava appeso al terzo piano di un palazzo della cittadina per cercare di intrufolarsi in un appartamento quando il cornicione ha ceduto e lui è precipitato di sotto. 

I suoi due complici l'hanno recuperato e abbandonato all'entrata dell'ospedale di Ponte San Pietro, facendo perdere le proprie tracce. 

Mentre il 21enne lottava tra la vita e la morte sui sei albanesi che componevano la banda indagavano da tempo i carabinieri che l'8 dicembre hanno dato esecuzione a diverse ordinanze di custodia cautelare in carcere.

In manette è finito anche un connazionale di 36 anni, zio della vittima, con cui gli inquirenti ritengono abbia collaborato a diversi colpi. 

Tra le spaccate contestata alla banda sgominata c'è anche la spaccata messa a segno a Usmate Velate il 22 settembre scorso ai danni di un punto Snai. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto il ladro albanese ricoverato dopo una caduta di 12 metri durante un furto

MonzaToday è in caricamento