Cronaca

Addio al paracadutista Carlo Murelli, uno degli ultimi reduci di El Alamein

Monzese di nascita e lecchese d'adozione avrebbe compiuto 100 anni a settembre

Carlo Murelli (Foto dalla pagina Facebook Paracadutisti Monza)

L’Associazione nazionale paracadutisti di Monza in lutto: mercoledì 2 giugno è morto il “folgorino” Carlo Murelli, classe 1921 nato a Monza. Carlo Murelli, che a settembre avrebbe compiuto 100 anni, aveva partecipato alla battaglia di El Alamein dove venne fatto prigioniero. Nel 1946 il ritorno in Italia, e poi il trasferimento a Lecco dove si è sposato e ha vissuto con la moglie. Non dimenticando mai la sua amata Monza.

Ai parà monzesi il giubbotto indossato in guerra

“Era molto legato alla città di Teodolinda e alla sezione monzese dell’associazione – racconta Franco Crippa, presidente dei paracadutisti di Monza, a MonzaToday -. Fin dalla costituzione del nostro gruppo nel 1985 aveva partecipato attivamente alle nostre attività, permettendo il gemellaggio anche con la sezione di Lecco”. Ai suoi paracadutisti monzesi aveva regalato un cimelio della sua avventura in Africa: il giubbotto che aveva indossato durante la missione ad El Alamein.

“Noi e i paracadutisti lecchesi eravamo parte della sua famiglia – ricorda Crippa -. Carlo Murelli era una persona straordinaria: leale e sincera. Ogni volta che ci incontravamo ci stringevamo in un lungo abbraccio. Amava raccontarci del suo periodo ad El Alamein e della prigonia, lui che orgogliosamente precisava di non essere stato un collaborazionista. Dopo la fine della guerra si era trasferito a Lecco, e ha continuato a lungo l'attività di paracadutista. Era un ottimo paracadutista. Si è addormentato in una casa di riposo al fianco della sua amata moglie”.

I funerali allo stadio di Lecco

I funerali di Carlo Murelli verranno celebrati sabato 5 giugno alle 10.45 allo stadio di Lecco. Sarà presente anche una nutrita delegazione di paracadutisti monzesi con i labari e il basco. Murelli era presidente onorario dell’Associazione nazionale paracadutisti.

“Carlo non ti dimenticheremo mai – conclude Crippa -. Grazie per tutto quello che hai fatto per noi. Non appena sarà possibile organizzeremo un evento per ricordarlo anche nella sua amata Monza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al paracadutista Carlo Murelli, uno degli ultimi reduci di El Alamein

MonzaToday è in caricamento