Identificato l'uomo morto al Policlinico: a riconoscerlo un connazionale

La sua salma si trova ancora all'obitorio: i poliziotti hanno rintracciato i numeri dei familiari che sono stati avvisati dell'accaduto e informato il Consolato indiano

Aveva la brutta abitudine di bere e proprio l'alcol potrebbe averlo ridotto in quelle condizioni lo scorso 5 marzo e aver causato la sua morte. A confermarlo è stato un connazionale, amico dell'uomo che più di un mese fa era arrivato in fin di vita al Policlicnico di Monza, senza alcun documento addosso. 

La Polizia di Stato è riuscita a risalire all'identità del cittadino indiano morto nella struttura sanitaria dopo un disperato tentativo da parte dei medici di salvargli la vita. Si tratta di un uomo di 35 anni irregolare sul territorio, privo del permesso di soggiorno, che sopravviveva grazie a piccoli lavoretti saltuari con cui si guadagnava da vivere.

A riconoscerlo dalle fotografie è stato un connazionale residente a Cernusco sul Naviglio, a lui molto vicino. Ancora non è disponibile l'esito dell'autopsia ma finalmente l'uomo del Policlinico è riuscito ad avere oltre a un volto anche un nome. La sua salma si trova ancora all'obitorio: i poliziotti hanno rintracciato i numeri dei familiari che sono stati avvisati dell'accaduto e informato il Consolato indiano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 104mila spumanti e 156mila buoni spesa

Torna su
MonzaToday è in caricamento