Uccide a coltellate il coinquilino dopo una lite, morto in ospedale il 28enne ferito a Monza

Fermato per omicidio volontario aggravato un uomo egiziano di 29 anni

E' morto in ospedale, a causa delle gravissime ferite riportate, il ragazzo di 28 anni, cittadino egiziano, aggredito a coltellate dal suo coinquilino al culmine di una lite nell'abitazione che condivideva con altri due connazionali.

La lite e le coltellate

E' successo nella notte tra martedì e mercoledì a Monza, in un appartamento in via Calatafimi. Tra i due è scoppiata una lite pare a causa di un cellulare sottratto: insulti, offese, urla e poi la violenza. Una furia incontrollata che, in pochi istanti, è sfociata nel sangue. L'aggressore, 29 anni, irregolare sul territorio, ha impugnato un coltello e ha inferto diverse coltellate al volto del rivale.

I soccorsi e il decesso al San Gerardo

A chiedere l'intervento dei soccorsi, terrorizzato da quanto stava accadendo sotto i suoi occhi, è stato un terzo uomo, coinquilino dell'aggressore e della vittima. Sul posto insieme ai carabinieri di Monza sono arrivati anche i medici del 118 che hanno soccorso il 28enne e lo hanno trasferito in codice rosso in gravissime condizioni all'ospedale San Gerardo di Monza. L'uomo nella notte era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico e le sue condizioni erano apparse fin da subito molto gravi. Nella notte di giovedì poi il decesso a causa edelle gravissime ferite riportate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

L'aggressore ora è stato sottoposto a fermo per omicidio volontario aggravato dai futili motivi. L'uomo era stato bloccato già mercoledì notte nell'appartamento teatro dell'accaduto: all'arrivo dei militari il 29enne aveva già ripulito il coltello dal sangue del rivale e lo aveva riposto in un cassetto, dove si trovava prima che lo impugnasse per aggredire e infine uccidere il coinquilino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla scoperta dei paradisi lombardi, per sentirsi come ai Caraibi (o quasi)

  • Incendio a Brugherio, fiamme devastano un camper: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, mascherine al chiuso fino al 10 settembre: nuova ordinanza in Lombardia

  • Tangenziale Est, chiusi per due settimane gli svincoli in Brianza tra Vimercate e Arcore

  • Dopo la bomba di caldo a Monza e in Brianza arrivano i temporali: scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, parte dal San Gerardo la sperimentazione del vaccino "made in Monza" su 80 volontari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento