Addio a Ernesto "Tino" Brambilla, si è spento a 86 anni ex pilota monzese

Fratello di Vittorio, Ernesto "Tino" Brambilla si è spento nella sua casa monzese lunedì 3 agosto. Mondo dei motori in lutto

Tino Brambilla sulla Mv Augusta (Foto da Facebook/Archivio Fotografico SF Vedano al Lambro)

Si è spento a 86 anni Ernesto, per tutti "Tino", Brambilla, ex pilota monzese. Fratello di Vittorio, scomparso nel 2001 all'età di 63 anni, Tino è morto nella sua casa, in zona Cazzaniga, nella giornata di lunedì 3 agosto. La stessa dove era cresciuto. 

Il più grande di quattro figli, con un padre titolare di un'officina di riparazioni auto e moto, Brambilla esordì nelle competizioni in sella alle dueruote nel 1953 con una Rumi 125. A Trecate, in quell'anno, la prima vittoria a cui ne seguirono molte altre. Con la sua MV Agusta 125 Monoalbero Corsa nel 1954 ottenne nella stagione 22 vittorie e il titolo di Campione italiano di Terza Categoria. 

Nel 1959 l'esordio nel Motomondiale con un terzo posto all'esordio al GP di Germania della 350. Interrotto il rapporto con la MV Agusta, Brambilla passò poi alla Bianchi. Nel 1961 ottenne il titolo di Campione Italiano Seniores della 500.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle moto poi approdò ai kart e infine all'Automobilismo prima in Formula Junior e dal 1965 in Formula 3, finendo secondo in classifica alla guida di una monoposto Wainer. Nel 1966 fu campione italiano di Formula 3 con una Brabham-Ford. Nel 1968 passò in Formula 2, dapprima con una Brabham e poi con una Ferrari, arrivando terzo nel Campionato europeo. L'anno seguente invece avrebbe dovuto gareggiare nel Gran Premio di Formula Uno ma fu impossibilitato a causa dei postumi di un incidente motociclistico. Chiuso il rapporto con la Ferrari, Brambilla corse in auto e in moto (anche con il fratello minore Vittorio), per dedicarsi successivamente alla sua officina e al lavoro di collaudatore di pneumatici Pirelli. La sua scomparsa lascia un enorme vuoto nel mondo dei motori e dell'automobilismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Tumore al pancreas in stadio avanzato: operazione "unica" all'ospedale di Vimercate per una donna

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Dove andare a fare castagne senza allontanarsi troppo da Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento