Bellusco, 45enne cade in un forno spento e muore: lascia quattro figli e una moglie

La vittima è Saliou Diouf, da anni operaio nell'azienda brianzola

Saliou Diouf (Facebook)

Quarantacinque anni, quattro figli e una moglie. Da anni Saliou Diouf lavorava alla Zincol di Bellusco e per tutti era Dudù.

Originario del Senegal ma residente a Capriate, nella Bergamasca, anche sabato mattina il 45enne si è recato nell'azienda metalmeccanica. E' uscito per andare a lavoro ma non è più rientrato a casa. Intorno alle cinque mentre si trovava sopra la passerella situata sui forni della ditta per effettuare le consuete operazioni di manutenzione si è consumata la tragedia. Un volo di quindici metri che non gli ha lasciato scampo.

Saliou Diouf è caduto all'interno di un forno spento e purtroppo inutili sono stati i tempestivi interventi di soccorso. Per il quarantacinquenne non c'è stato nulla da fare. Nell'azienda sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Vimercate insieme al personale dell'Ats che ha avviato gli accertamenti per ricostruire la dinamica della tragedia che si è consumata nell'impianto e accertare le eventuali responsabilità.

In seguito all'accaduto sono intervenute anche le organizzazioni sindacali per lanciare l'allarme sull'ennesima morte avvenuta sul lavoro in Brianza. “Questa volta è accaduto a Bellusco, il nostro compagno di lavoro aveva 44 anni, ancora una caduta dall’alto e ancora un metalmeccanico. Dobbiamo agire tutti insieme per fare in modo che questi eventi non si ripetano più, ognuno deve fare la sua parte, datori di lavoro, lavoratori, enti ispettivi e la scuola” ha spiegato Giulio Fossati, segretario Cgil Monza e Brianza.

"Le morti sul lavoro sono la vera emergenza nazionale e come tale deve essere affrontata perciò dobbiamo investire sulla prevenzione e formare una nuova cultura della sicurezza sul lavoro. Si rimetta al centro la persona la qualità della vita delle persone e non il profitto. Intanto Dudù stasera non vedrà i suoi quattro figli e la sua compagna" ha aggiunto Pietro Occhiuto, segretario generale Fiom Cgil Mb. 

Proprio in quell'azienda che era diventata la sua secondoa casa Saliou si era candidato come delegato sindacale e tra qualche giorno si sarebbero tenute le elezioni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento