Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Imprenditore "cow boy" minaccia la socia in affari con pistola e coltello: denunciato

A Muggiò

Ha affrontato alcune controversie sulla conduzione della sua azienda a colpi di mazza da baseball, coltello e pistola (che non c’era). Le divergenze sono rimaste. Ma lui si è ritrovato una denuncia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e minacce.

L’imprenditore, 55 anni, di Muggiò, ha aggredito la sua socia 49enne: la donna, di origine marocchina, lavorava al suo finaco nell’impresa che si occupa di apparecchiature elettroniche. Prima con le parole, ben presto con oggetti a dir poco minacciosi. La lite è esplosa lunedì mattina, non appena il titolare si è presentato negli uffici di via Pavia, a Muggiò.

Motivo del contendere la gestione di alcuni aspetti contrattuali. Questioni di soldi, insomma. Lei non voleva pagare. Allora l’uomo, senza troppi giri di parole, ha iniziato a esibire arnesi sempre più pericolosi: una mazza da baseball, un coltello, infine una pistola. Terrorizzata, la 49enne ha chiamato i carabinieri. Di fronte ai militari, il 55enne ha deposto le "armi", rivelando che nella fondina, che esibiva sotto la cintola dei pantaloni, non c’era alcun revolver, ma solo un martelletto. E il coltello? Un tagliaunghie, a suo dire.

Il dietrofront però non ha convinto gli uomini dell’Arma, che lo hanno denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore "cow boy" minaccia la socia in affari con pistola e coltello: denunciato

MonzaToday è in caricamento