rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Muggiò

Imprenditore "cow boy" minaccia la socia in affari con pistola e coltello: denunciato

A Muggiò

Ha affrontato alcune controversie sulla conduzione della sua azienda a colpi di mazza da baseball, coltello e pistola (che non c’era). Le divergenze sono rimaste. Ma lui si è ritrovato una denuncia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e minacce.

L’imprenditore, 55 anni, di Muggiò, ha aggredito la sua socia 49enne: la donna, di origine marocchina, lavorava al suo finaco nell’impresa che si occupa di apparecchiature elettroniche. Prima con le parole, ben presto con oggetti a dir poco minacciosi. La lite è esplosa lunedì mattina, non appena il titolare si è presentato negli uffici di via Pavia, a Muggiò.

Motivo del contendere la gestione di alcuni aspetti contrattuali. Questioni di soldi, insomma. Lei non voleva pagare. Allora l’uomo, senza troppi giri di parole, ha iniziato a esibire arnesi sempre più pericolosi: una mazza da baseball, un coltello, infine una pistola. Terrorizzata, la 49enne ha chiamato i carabinieri. Di fronte ai militari, il 55enne ha deposto le "armi", rivelando che nella fondina, che esibiva sotto la cintola dei pantaloni, non c’era alcun revolver, ma solo un martelletto. E il coltello? Un tagliaunghie, a suo dire.

Il dietrofront però non ha convinto gli uomini dell’Arma, che lo hanno denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprenditore "cow boy" minaccia la socia in affari con pistola e coltello: denunciato

MonzaToday è in caricamento