Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Stazione / Piazza Castello

Sale sull'autobus, timbra il biglietto ma la multa arriva lo stesso

Il biglietto obliterato era sbagliato: nonostante il costo della tratta fosse corretto, una dicitura ha fatto la differenza

Tutto diventa sempre più complicato e anche per essere in regola oggi servono nuove regole.

Esempio di quanto anche le cose più semplici siano diventate complesse è quanto è accaduto su un autobus a Monza che dalla periferia porta in centro: non basta più obliterare il biglietto per evitare la multa.

A fare la differenza non è la compagnia di trasporti, sempre Atm e nemmeno il prezzo del biglietto che costa sempre 1 euro e 30 centesimi, ma una dicitura.

Il passeggero che aveva acquistato un biglietto “Ordinario interurbano, ambito comunale” poco prima di salire sul mezzo e lo ha correttamente obliterato non è riuscito infatti a evitare la multa.

La sua colpa? Non ha fatto il furbetto comprando un biglietto a costo inferiore, non ha nemmeno sfidato la sorte salendo sull’autobus senza titolo di viaggio ma non aveva tra le mani il biglietto corretto, con la scritta “ordinario urbano, ambito comunale”, dello stesso prezzo.

Una storia assurda se si pensa ai 21 euro di multa che il viaggiatore ingiustamente nel torto ha dovuto pagare per una colpa che è del rivenditore che gli ha suggerito male il titolo di viaggio o che si è confuso lui stesso.

Certo, un po’ di semplificazione farebbe bene, soprattutto a chi non è abituato a spostarsi con il trasporto pubblico perché la raffica di multe che si potrebbero evitare può solo scoraggiare l’utenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sale sull'autobus, timbra il biglietto ma la multa arriva lo stesso

MonzaToday è in caricamento