Writer sorpreso in azione con una bomboletta a Monza: multa da 500 euro

Applicato il nuovo regolamento comunale

I graffiti

“Armato” di bomboletta, ha imbrattato con lo spray la porta di un’uscita di emergenza di un edificio all’incrocio tra via Agnesi e via Pacinotti. Ma il writer - un ragazzo monzese - è stato sorpreso dagli agenti della polizia locale di Monza proprio mentre era all’opera. E per il giovane è scattata una multa di 500 euro. 

E’ successo la sera di lunedì 6 gennaio: al ragazzo è stata applicata la norma recentemente introdotta nel nuovo Regolamento Comunale di Polizia Urbana che all’art. 20 prevede una sanzione amministrativa di 500 euro (il massimo consentito dalla legge), il ripristino dei luoghi imbrattati ed è stato denunciato all’autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 639 del c.p. Il giovane venerdì, in mattinata, ha ripulito l’area, riverniciando l’intero portone.


“La norma inserita nel Regolamento non è solo punitiva, ma è anche uno “strumento” educativo, – spiega l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena. Riteniamo che non ci debba essere spazio per chi imbratta i muri della nostra città. Per questo lavoriamo ogni giorno per contrastare il fenomeno del degrado urbano. Però, nello stesso tempo, vogliamo lanciare un messaggio positivo attraverso l’obbligo di ripulire i luoghi imbrattati, prendendo così consapevolezza del danno causato alla comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento