rotate-mobile
Cronaca

Lavoro in nero, sporcizia tra il cibo e telecamere abusive: 16mila euro di multa a due locali

I controlli in Brianza tra Meda e Seregno

Una serata di controlli che insieme alle attività preventive contro alcol, droga e crimini ha visto i carabinieri della compagnia di Seregno impegnati anche in un'ispezione a due locali dove sono state riscontrate numerose violazioni. Da carenze igienico-sanitarie al lavoro nero. Le attività hanno coinvolto una quarantina di militari dell’Arma impegnati in un servizio nell’ambito dell’intero territorio di competenza con undici pattuglie e la collaborazione del Nucleo antisofisticazione e sanità e del Nucleo Ispettorato del lavoro di Milano, dall’Ufficio di polizia giudiziaria del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Monza insieme a due Squadre di intervento operativo del 3° Reggimento carabinieri “Lombardia”. 

Denunce e 16mila euro di multa a due bar

A Meda e Seregno nel mirino dei controlli sono finiti due locali: un bar e un pub.

Nel bar di Meda i militari hanno trovato una dipendente in “nero”, senza alcun contratto che, tra l’altro è risultata beneficiaria di un sussidio di disoccupazione. Al termine degli accertamenti il titolare è stato denunciato ed è stato segnalato alle competenti autorità giudiziaria, amministrativa e sanitaria, oltre che per la lavoratrice irregolare, anche in relazione a violazioni e inadeguatezze strutturali e igienico sanitarie. Sono state riscontrate mancanze nella cartellonistica e nelle vie di emergenza, è stato scoperto un impianto di videosorveglianza non autorizzato e l’attività imprenditoriale è stata sospesa e sono state comminate sanzioni per un importo complessivo di quasi 10mila euro.

Ammonta a 6mila euro invece la multa per un noto pub di Seregno al quale sono state riscontrate gravissime carenze igienico-sanitarie anche nelle aree di preparazione di cibi e bevande. Per il titolare è scattata una denuncia per inadeguatezze strutturali e igienico sanitarie, mancanza addetti antincendio e del documento valutazione dei rischi. Anche in questo locale è stato trovato un impianto di videosorveglianza non autorizzato. In quest’ultima attività tra l’altro nella serata precedente c’era già stato un intervento dei carabinieri in seguito a una violenta lite che ha coinvolto un 41enne e un gruppo di cinque ragazzi in seguito a presunte avance e complimenti poco graditi rivolti dall’uomo a una loro amica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro in nero, sporcizia tra il cibo e telecamere abusive: 16mila euro di multa a due locali

MonzaToday è in caricamento