Gli rubano il furgone e in quattro anni riceve oltre 115 multe senza essere più lui al volante

La disavventura di un artigiano monzese si è conclusa grazie all'intervento di Striscia la Notizia che si è occupata del caso e il furgone è "miracolosamente" tornato nelle mani del suo proprietario

Oltre il danno la beffa. Si potrebbe riassumere così la disavventura capitata a un artigiano di Monza a cui oltre quattro anni fa hanno rubato il furgone che utilizzava per lavorare e che, durante tutto questo tempo, nonostante la denuncia di furto presentata, non solo non si è visto restituire il mezzo ma ha dovuto anche fare i conti con un centinaio di multe, "regalino" poco gradito da parte del ladro o di chi, dopo di lui, si è messo al volante del furgone.

GUARDA IL SERVIZIO DI STRISCIA LA NOTIZIA 

STRISCIA-6

La vicenda, capitata a un artigiano monzese, è finita sul grande schermo grazie all'intervento di Striscia La Notizia che mercoledì sera sul programma in onda su canale 5 ha trasmesso il servizio e risolto il "mistero" del furgone.

Dopo la denuncia del proprietario del mezzo, che in quattro anni e più si era visto recapitare 115 multe per violazioni commesse da chi era alla guida del suo furgone a Milano, tutte rilevate nello stesso varco Area C in centro, la polizia locale del capoluogo è riuscita a fermare il conducente-ladro con "manie di protagonismo" e grazie a Moreno Morelli il proprietario è riuscito a vedersi restituito il veicolo.

Meglio tardi che mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento