Cronaca

Brugherio, pioggia di multe (e polemiche) per il T-red al semaforo: ecco la risposta del comune

Sospese almeno fino a settembre le rilevazioni relative alle infrazioni per la segnaletica orizzontale per consentire al comune di effettuare verifiche e accertamenti. Resta attiva la modalità sanzionatoria per il passaggio con il rosso

Centinaia e centinaia di multe recapitate nelle ultime settimane ai brugheresi e agli automobilisti che, passando da viale Lombardia, hanno commesso infrazioni immortalate dal nuovo occhio elettronico entrato in funzione all'altezza dell'incrocio semaforizzato di viale Lombardia e via Monza. Una pioggia di contravvenzioni e di polemiche che prima hanno tenuto banco sui social con un gruppo di cittadini che si è presentato anche fuori dal municipio per chiedere conto delle sanzioni e poi hanno portato i cittadini a unirsi in un gruppo che si è recentemente incontrato per discutere della questione.

E una richiesta di accesso agli atti e di visione dei certificati di conformità è stata effettuata anche da alcuni consiglieri comunali. Sul tema alla fine è intervenuto anche il sindaco Marco Troiano che ha informato i cittadini della decisione in merito alla questione presa dal comune.

"E' l'argomento che tiene banco in città da ormai qualche giorno, e vorrei ora dirvi la mia rispetto alla questione delle sanzioni sulle violazioni del semaforo rosso e della segnaletica orizzontale sui due semafori di viale Lombardia. Vorrei premettere che aspettare a pronunciarmi, nonostante le tante sollecitazioni che ho ricevuto, non è stato uno sgarbo nei confronti dei cittadini (da otto anni sono abituato a metterci la faccia, sempre), ma piuttosto una necessità forte, che chi amministra una città conosce bene: non fare promesse e raccontare quello che è possibile fare, anche quando non combacia perfettamente con le attese dei cittadini" ha spiegato Marco Troiano.

Come funziona il T-Red e quando scatta la multa

"La scelta di posizionare in prossimità dei semafori di viale Lombardia - all’incrocio con Via Monza / Via Vittorio Veneto e Via Sauro / Via De Gasperi - gli impianti di verifica delle infrazioni al codice della strada deriva dalla volontà di incrementare la sicurezza stradale e di conseguenza ridurre in maniera importante il numero di incidenti che si verificano sull’asse di questo viale, uno dei più trafficati della nostra città. Gli impianti verificano due tipi di infrazione: il passaggio con il rosso ed il mancato rispetto della segnaletica orizzontale (compreso quindi il sorpasso nella corsia di sinistra, proseguendo invece dritto)" ha spiegato il primo cittadino. Diverse le multe (e la decurtazione dei punti dalla patente) in relazione alla violazione commessa.

"Gli impianti - di recente acquisto, fornitura e installazione - sono in possesso dell’omologazione ministeriale per l’accertamento in automatico; prima della loro messa in funzione sono stati per diversi giorni utilizzati in sola modalità di verifica del corretto funzionamento senza sanzionamento, tarati, collaudati e sono state acquisite tutte le certificazioni del caso" ha aggiunto Troiano.

Sospensione delle sanzioni solo per la segnaletica orizzontale

Mentre, secondo quanto specificato dal sindaco, sono risultate poche le contestazioni in merito alle sanzioni ricevute per il passaggio con il rosso, sono numerose quelle relative alla violazione della segnaletica orizzontale. E per il momento il comune, fatte le verifiche del caso, ha deciso di sospendere almeno fino a settembre le rilevazioni delle infrazioni solo relativamente al mancato rispetto della segnaletica orizzontale. Resterà attiva la rilevazione della sanzione per chi passerà con il semaforo rosso.

"Abbiamo deciso di far preparare una delibera che chiederà al dirigente del Settore Servizi istituzionali, nonché Comandante della Polizia locale: di compiere una verifica supplementare del sistema di rilevazione delle infrazioni relative al mancato rispetto della segnaletica orizzontale; di sospendere, di conseguenza, l’attività di rilevazione e conseguente accertamento delle infrazioni relative al mancato rispetto della segnaletica orizzontale".

"Questa sospensione tecnica, che consentirà di verificare il corretto funzionamento del sistema e di implementare la fase di comunicazione, durerà fino a tutto il mese di settembre. Resta invece attiva, senza nessuna sospensione, la fase di rilevazione e conseguente accertamento del passaggio con il semaforo rosso. Relativamente ai verbali già notificati o già accertati ed in corso di notifica, che si riferiscono ad un periodo non oltre i primissimi giorni di giugno, devo segnalare a chi ha ricevuto un verbale che non è possibile per legge modificare il termine dei cinque giorni per il pagamento in misura ridotta del 30% della sanzione, e che pertanto (nonostante le promesse che magari qualcuno vi ha fatto) nessuna decisione politica potrebbe modificare un termine fissato dalla legge, né tanto meno è possibile (nonostante le promesse che magari qualcuno vi ha fatto) procedere ad annullamenti dei verbali già notificati o in corso di notifica".

"Come indicato negli stessi verbali, chi ritiene di avere motivi fondati di contestazione può fare un ricorso, rivolgendosi o al Prefetto o al Giudice di Pace".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brugherio, pioggia di multe (e polemiche) per il T-red al semaforo: ecco la risposta del comune

MonzaToday è in caricamento