Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Brugherio / Viale Lombardia

Brugherio, tornano ai semafori anche le multe per le strisce a terra: come evitarle

Dall'1 ottobre gli impianti torneranno a multare gli automobilisti anche per le violazioni alla segnaletica orizzontale dopo un periodo di stop per le verifiche

Dal 1° ottobre a Brugherio riprendono anche gli accertamenti delle violazioni alla segnaletica orizzontale.

Terminato il periodo di parziale e temporanea sospensione dei rilevamenti delle sole violazioni alle segnaletica orizzontale semaforica dopo il caso esploso a causa delle migliaia di multe recapitate agli automobilisti dal comando di polizia locale che avevano suscitato perplessità e polemiche. E convinto l'amministrazione a effettuare alcuni accertamenti, senza mai smettere di mantenere attivi i T-Red per il passaggio con il rosso. Nel frattempo sono state eseguite nuove tarature dei sistemi e ora gli impianti situati in alcuni incroci lungo viale Lombardia a Brugherio tornano in complesta funzione. 

Gli accertamenti sui dispositivi - spiegano dal municipio - hanno avuto esito favorevole e nel frattempo sono state implementate le indicazioni della segnaletica stradale non obbligatoria inerente la presenza dei rilevatori, sono stati posizionati cartelli con una nuova segnaletica di indicazione che informa gli utenti dell'approssimarsi ad intersezioni semaforiche precanalizzate.

Il comune di Brugherio in occasione della ripresa della completa rilevazione delle infrazioni semaforiche ha voluto fare chiarezza anche attrverso un vademecum per gli utenti con una spiegazione del funzionamento degli impianti e alcune specifiche sul codice della strade e le relative violazioni.

Come funziona l'impianto e le multe

I rilevatori di infrazioni semaforiche posizionati su viale Lombardia, in entrambe le direzioni di marcia, in corrispondenza delle intersezioni con le vie De Gasperi/Sauro e Veneto/Monza, sono di tipo omologato per rilevare infrazioni al comma 2 ed al comma 3 dell’articolo 146 del Codice della Strada. Cosa significa? Significa che sono omologati per rilevare violazioni al passaggio di un veicolo con il semaforo che proietta luce rossa (comma 3) e violazioni di conducenti che non rispettano la segnaletica orizzontale presente nell’intersezione semaforica.

COME AVVIENE IL RILEVAMENTO

Il rilevamento avviene attraverso 2 distinti sistemi di ripresa e sempre con almeno una palina semaforica, di 1 delle 2 corsie di precanalizzazione nel senso di marcia, proiettante luce rossa: di tipo OCR, che legge la targa e la trascrive informaticamente attraverso n. 2 rilievi fotografici in bianco/nero e di tipo documentale, che documenta i momenti successivi alla lettura targa, attraverso n. 6 fotografie a colori.

PASSAGGIO CON IL ROSSO (COMMA 3)

Il sistema rileva questo tipo d’infrazione unicamente quando un veicolo transita con la lanterna proiettante luce rossa già prima che il veicolo superi la linea di arresto; infatti l’accertamento è valido solo se nella prima foto appare la lanterna proiettante luce rossa ed il veicolo non ha ancora oltrepassato la linea di arresto e successivamente il veicolo si immette nell’area d’intersezione. Sono 2 le tipologie di infrazione per violazione del rosso semaforico: 1. impegnare l’intersezione con semaforo proiettante luce rossa nel suo senso di marcia; 2. arrestare il veicolo oltrepassato la linea di arresto con il semaforo proiettante luce rossa nel suo senso di marcia andando ad interessare l’intersezione e/o invadendo l’attraversamento pedonale.

VIOLAZIONE SEGNALETICA ORIZZONTALE (COMMA 2)

Il sistema rileva questo tipo d’infrazione unicamente quando: 1. il veicolo si arresta oltrepassato la linea di arresto con il semaforo proiettante luce rossa nel suo senso di marcia, ma senza invadere l’intersezione o l’attraversamento pedonale (su questo tipo di rilevamento il personale della Polizia Locale opera ampia tolleranza onde evitare di sanzionare un conducente solo perché il veicolo ha di poco superato la linea di arresto); 2. Il veicolo procede non rispettando le indicazioni della segnaletica orizzontale occupando la corsia di precanalizzazione diversa da quella dell’effettiva direzione tenuta (ad esempio procede nella corsia di svolta e poi prosegue dritto o viceversa); 3. Il veicolo procede non rispettando le indicazioni della segnaletica orizzontale circolando a cavallo delle corsie di precanalizzazioni con striscia continua; 4. Il veicolo procede non rispettando le indicazioni della segnaletica orizzontale circolando invadendo parzialmente, in presenza di striscia continua, diversa corsia di precanalizzazione (su questo tipo di rilevamento il personale della Polizia Locale opera ampia tolleranza onde evitare di sanzionare un conducente solo perché il veicolo ha invaso solo di poco l’altra corsia).

IN CASO DI SANZIONE

Il proprietario del veicolo riceverà un verbale riportante un codice univoco attraverso il quale, seguendo le indicazioni riportate sul verbale, ovvero mediante il tasto “Multe on line” presente in fondo alla home page del sito internet comunale www.comune.brugherio.mb.it , potrà verificare la bontà dell’accertamento. Qualora ritenuto fondato potrà pagare l’importo ridotto del 30% del valore della sanzione, entro i primi 5 giorni, oppure l’importo intero entro 60 giorni. Trascorsi 60 giorni la sanzione raddoppia, diventa titolo esecutivo e va a ruolo, con tutte le maggiorazioni previste dall’Agenzia delle Riscossioni. In alternativa, quando si ritiene fondato motivo, è possibile proporre ricorso al Giudice di Pace entro 30 giorni dal ricevimento oppure al Prefetto entro 60 giorni. Attenzione però che in caso di rigetto del ricorso la sanzione è passibile di raddoppio. È possibile derogare ai termini di 5 giorni per il pagamento ridotto del 30% o al termine del pagamento di 60 giorni? No, non è possibile perché sono termini fissati da una legge dello Stato italiano, il Codice della Strada.

PUNTI PATENTE

Per le violazioni all’articolo 146 del Codice della Strada sono previste decurtazioni dei punti della patente di guida: 6 punti per violazioni al comma 3 2 punti per violazione al comma 2 Unitamente al verbale viene recapitato un modulo per la dichiarazione dei dati del conducente al momento dell’accertata infrazione. È importante che detto modulo sia letto con attenzione, compilato e consegnato entro 60 giorni dal ricevimento del verbale, così da evitare una ulteriore elevata sanzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brugherio, tornano ai semafori anche le multe per le strisce a terra: come evitarle

MonzaToday è in caricamento