Il Comitato San Fruttuoso contro la street art e i dipinti sulla parete della media Sabin

L'intervento che ha portato il muro dell'istituto e del centro civico di via Iseo a colorarsi grazie all'arte di Giorgio Bartocci non è stato gradito da tutti. "Ci sono interventi più urgenti" ha replicato l'associazione HQ San Fruttuoso

Le fasi di realizzazione dell'opera sul muro del centro civico di via Iseo a Monza quando ancora era in corso (Recover, Facebook)

La creazione che uno degli artisti coinvolti nel progetto Recover, che l'amministrazione comunale ha avviato grazie a un bando, con l'intento di abbellire e riqualificare con la street art alcune aree della città di Monza, ha appena visto la luce ma è già stata bersagliata dalle polemiche.

“Niente contro i murales, che in altre situazioni sono utili e belli a vedersi, ma non qui. Soprattutto, in questi tempi di crisi le priorità sono e devono essere diverse" ha commentato Isabella Tavazzi, portavoce dell'associazione HQ San Fruttuoso 2000, che ha raccolto il malumore manifestato dall'iniziativa tra i residenti.

Contro il bando di Coprogettazione Giovanile indetto dall'amministrazione comunale per sostenere la promozione di iniziative di condivisione di spazi e per la riqualificazione urbana attraverso la street art si sono schierati i cittadini del quartiere per cui i fondi di finanziamento al progetto sarebbero potuti essere destinati a iniziative diverse. 

"Dentro la media Sabin sono urgenti da tempo interventi di risanamento per infiltrazioni d’acqua. Altri interventi sarebbero necessari nella adiacente scuola materna di via Tazzoli. Ma questi vengono continuamente rinviati dall’Amministrazione comunale con la giustificazione dell'assenza di fondi" spiega il Comitato in una nota.

Nel testo si legge anche come "le macchie" che sono state realizzate sul muro della scuola non rispondano, sempre secondo quanto sostenuto dal parere dei residenti, a necessità di riqualificazione perchè la zona non è degradata e nemmeno sortiscono un effetto di abbellimento perchè, scrive sempre in un comunicato l'associazione, "una serie di macchie su tonalità dall’ocra al marrone, non centra nulla con il paesaggio della zona e modifica fortemente l’aspetto estetico-visuale di uno degli angoli meno degradati del quartiere". 

"I cittadini non sono affatto contenti se le tasse pagate in più con la Tasi vengono utilizzate per iniziative extra non indispensabili" ha concluso Isabella Tavazzi che ha voluto anche sottolineare come nel quartiere fosse stata effettuata in passato una consultazione per verificare l'accoglienza che i cittadini avrebbero riservato alla possibilità di realizzare murales sui casotti all'uscita del tunnel di viale Lombardia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Favorevole alla street art si era mostrato solo il 3,5% dei residenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Auto prende fuoco dopo incidente, passante spacca vetro e salva vita a un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento