Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Teodolinda Regina

I Musei Civici di Monza sono pronti a vedere la luce

Dopo 7 anni d'attesa e oltre 3 milioni di euro spesi sta arrivando a conclusione il restauro della Casa degli Umiliati, la sede Cinquecentesca dove entro fine anno sarà aperto il nuovo museo della città.

MONZA – C’è la luce in fondo al tunnel del nuovo museo della città, un progetto costato alla città oltre 3 milioni di euro che attende di essere ultimato da più di 7 anniManca solo l’impianto di illuminazione per poter terminare il recupero della storica Casa degli Umiliati, l’ultimo complesso cinquecentesco rimasto nel cuore di Monza, tra via Teodolinda e vicolo Ambrogiolo, dove dal 2006 è in corso il restauro e l’adeguamento per allestirla come nuovo museo della città .

Un’opera appaltata per 2,4 milioni di euro e 2 anni di cantiere previsti ma che fin dall’inizio, e passando per tre diverse Amministrazioni comunali, ha avuto un percorso pieno di stop e varianti che hanno triplicato i tempi e aumentato i costi fino a oltre 3 milioni, e hanno obbligato a continui rinvii della data di inaugurazione. Ma ora anche l’ultimo imprevisto tecnico delle luci del museo è stato superato e la previsione di apertura per fine anno della Casa degli Umiliati fatta dal sindaco Roberto Scanagatti sembra sarà rispettata.

Da quasi un anno il Comune cercava di appaltare l’intervento per la fornitura ed installazione dell’impianto di illuminazione del futuro percorso museale ma, per due volte, i bandi pubblici per lavori da oltre 300mila euro sono andati deserti a causa dell’elevato costo che un’impresa avrebbe dovuto anticipare nell’acquisto di luci e fari di alta qualità da montare.

A inizio 2013 si è provata una forma alternativa di appalto e, per rendere più appetibile l’accettazione dei lavori, assieme al compenso dell’installazione è stato proposto anche un contratto di sponsorizzazione per l’impresa che avrebbe fornito le luci. Una risposta stavolta è arrivata e a inizio settimana il Comune ha firmato il contratto con Philips che, tra l’altro, ha proprio a Monza una sua storica sede.

Finita la pausa estiva attorno a Ferragosto, stanno per partire gli ultimi lavori per l’illuminazione che dovrebbero essere terminati per dicembre. Poi la Casa degli Umiliati, già pronta con una struttura antisismica, decori d’epoca restaurati e impianti aggiornati, sarà allestita con un percorso museale composto da 141 opere monzesi selezionate, e potrà essere finalmente inaugurata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Musei Civici di Monza sono pronti a vedere la luce

MonzaToday è in caricamento