rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Carnate

Carenze igieniche e lavoratori in nero, chiuso il minimarket (col cadavere in cantina) in Brianza

La maxi multa da 30mila euro e la chiusura. Il controllo dei carabinieri del Nas nell'attività dove lo scorso 18 febbraio era stato trovato senza vita un dipendente 32enne

Carenze igieniche, dipendenti in nero e due senza permesso di soggiorno. E un cadavere in cantina, con un lavoratore 32enne trovato senza vita nello scantinato. Un decesso sulle cui cause gli inquirenti stanno ancora cercando di far luce. I carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità e i colleghi della compagnia di Vimercate nella mattinata di mercoledì hanno effettuato un controllo presso un negozio di alimentari che vicino alla stazione di Carnate vendeva frutta e verdura ed era anche macelleria e pescheria. E dove lo scorso 18 febbraio era stato trovato senza vita un dipendente. 

Durante i controlli nell'attività il personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro ha rilevato la presenza di due lavoratori stranieri senza permesso di soggiorno e la mancata redazione del documento di rilevazione dei rischi e in materia di formazione ai lavoratori su salute e sicurezza. Irregolarità che sono costate al titolare multe per oltre tredicimila euro. Dagli accertamenti effettuati è emerso anche che i due dipendenti erano anche in nero ed è ciosì scattata un'altra sanzione.

Il Nas invece ha evidenziato "carenze igienico sanitarie, mancata applicazione delle procedure di autocontrollo ed omessa tracciabilità degli alimenti, elevando sanzioni per circa cinquemila euro". Al titolare, un 45enne di origine egiziana, è stata imposta la chiusura dell'esercizio con sospensione dell’attività commerciale fino al ripristino delle condizioni previste. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenze igieniche e lavoratori in nero, chiuso il minimarket (col cadavere in cantina) in Brianza

MonzaToday è in caricamento