Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Bimba nasce sana ma la ritrovano nella culla con le braccia rotte

E' successo a Treviglio dove una bambina dopo essere stata partorita era stata trovata tre giorni dopo nel nido del reparto di Ostetricia con le braccine fratturate

L'ha partorita sana e tre giorni dopo l'ha ritrovata nella culla con le piccole braccine fratturate.

E' una storia che ha dell'incredibile eppure, senza che nessuno sia riuscito a spiegarlo, è accaduta.

Il fatto risale al dicembre 2013 ma la denuncia da parte di Federconsumatori è solo di oggi: dopo l'accaduto i genitori della piccola che è stata trovata così nel nido del reparto di Ostetricia e Ginecologia di Treviglio si sono rivolti all'associazione per avere tutela e assistenza.

Dopo mesi in cui il fatto, per questioni di delicatezza e fiducia nel sistema sanitario nazionale, è stato tacitato Federconsumatori con un comunicato ha deciso di rendere noto l'accaduto e, si legge nello scritto, "il comportamento ingiustificabile tenuto dalla Direzione dell’ospedale che, in spregio ai più elementari obblighi di trasparenza, non sente il dovere civico di rendere conto del proprio operato. In attesa che siano date spiegazioni a quanto accaduto, siamo pervasi da un sentimento di notevole 'perplessità' nei confronti dell’Assessore alla Salute della Regione Lombardia che, pur avendone i poteri e i doveri, non risponde e, soprattutto, non risulta essere intervenuto per fare chiarezza a tutela dei Cittadini". 

Parole forti che arrivano dopo mesi di domande senza risposta da parte della famiglia che per quanto accaduto alla loro bambina voleva almeno una spiegazione. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba nasce sana ma la ritrovano nella culla con le braccia rotte

MonzaToday è in caricamento