rotate-mobile
Cronaca

Neonata trovata morta in un cassonetto a Milano: la storia che scuote tutta la Lombardia

Sono in corso gli accertamenti del medico legale

Una nuova tragedia che vede come vittima un neonato anzi una neonata. La piccolissima creatura è stata trovata morta a Milano in un cassonetto della Caritas all'angolo tra via Cesare Saldini angolo Botticelli, in zona Città Studi, venerdì 28 aprile, in serata. Le indagini per fare piena luce su un episodio che in queste ore scuote Milano e la Lombardia intera sono affidate agli agenti della squadra mobile della questura guidati da Marco Calì.

Un passante ha scoperto il corpo intorno alle 20. L'uomo, avvicinatosi al cassonetto per lasciare una busta con alcuni indumenti usati, ha notato una manina che sporgeva da un fagotto posato sul ripiano del cassonetto (il meccanismo "girevole" non era stato attivato). È partita la chiamata al 118, ma i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Poco dopo sono intervenuti sul posto gli agenti della squadra mobile della polizia. Secondo quanto appreso dai colleghi di MilanoToday il feto aveva ancora parte della placenta attaccata. Non è chiaro se la bimba sia stata abbandonata quando era già morta o se sia deceduta proprio nel cassonetto in cui è stata poi trovata senza vita. Sono in corso gli accertamenti del medico legale, disposti dal pm Paolo Storari.

Si cerca la madre della piccola, tutto fa pensare che si sia trattato di un parto casalingo, anche perché il cordone ombelicale sarebbe stato tagliato senza alcuna accortezza medica.

Il cassonetto della Caritas dentro cui è stato trovato il corpicino senza vita
Il cassonetto della Caritas dentro cui è stato trovato il corpicino senza vita

Si cerca di risalire alla madre

Investigatori e inquirenti stanno cercando di rintracciare la madre della piccola, tutto lascia presupporre che si sia trattato di un parto casalingo, anche perché il cordone ombelicale sarebbe stato tagliato in modo artigianale, senza alcuna accortezza medica. Qualche elemento utile per dare un'identità a chi ha abbandonato il feto potrebbe arrivare dalle telecamere a circuito chiuso della zona, per questo i detective stanno acquisendo tutte le registrazioni. Non solo, i poliziotti stanno effettuando verifiche sugli ospedali di Milano e dell'hinterland per verificare se si sia presentata qualche donna con problemi legate a un parto casalingo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonata trovata morta in un cassonetto a Milano: la storia che scuote tutta la Lombardia

MonzaToday è in caricamento