rotate-mobile
Il disastro

Il centro civico scoperchiato e l'automobilista salvata dai vigili del fuoco: le foto del disastro a Monza

Le immagini drammatiche del nubifragio che ci è abbattuto sulla città

Il nubifragio ha messo Monza ko. Una notte di lavoro non solo per soccorritori e forze dell’ordine, ma anche per il sindaco Paolo Pilotto che fin da subito ha seguito personalmente i soccorsi e ha effettuato i sopralluoghi in diverse zone della città. Tra le più colpite quella di viale Romagna e del quartiere San Giuseppe. Lì il vento fortissimo ha in parte scoperchiato il tetto del centro civico di via Silva inaugurato proprio pochi anni fa. Ingenti i danni al presidio di quartiere, punto di riferimento e di incontro per molti giovani (ma non solo) che vivono in zona.

Il centro civico scoperchiato (Foto Chicco Rinaldo Mandelli)

Non solo danni alle strutture. I maggiori interventi hanno riguardato soprattutto la rimozione degli alberi caduti. In viale Romagna è stata una “mattanza”: sono state numerose le grandi piante che sotto la forza del vento sono cadute sulla strada e sui marciapiedi. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma numerose le auto danneggiate.

Una serata di paura anche per gli automobilisti che improvvisamente si sono trovati in panne nei sottopassi allagati. Come è accaduto a una donna rimasta imprigionata nella sua vettura nel sottopasso di via Toniolo. Provvidenziale l’intervento dei vigili del fuoco che hanno trainato l’auto fuori dal tunnel e messo in sicurezza la donna spaventatissima. È invece miracolata la giovane donna incinta che, poco prima dell’inizio del nubifragio, aveva parcheggiato la sua auto in via Monte Santo. Poco dopo si è scatenato l’inferno e un grosso ramo è caduto sull’auto sfondando il parabrezza. Anche il sindaco insieme a un ufficiale della polizia locale si è rimboccato le maniche e con una corda traino ha aiutato a liberare due corsie di viale Sicilia da un albero caduto, trainandolo con l'auto della polizia locale.

Alberi caduti e automobilisti salvati

Monza si risveglia dopo la tempesta con alberi caduti, auto danneggiate, tetti sradicati, strade e piazze allagate, vie senza elettricità. Sottopassi allagati con automobilisti rimasti in panne, il centro storico devastato con via Vittorio Emanuele a mollo e in piazza Roma tavolini e sedie dei bar scaraventate dal vento, e ancora in via Rovani una grande pianta è caduta finendo su un'auto e danneggiando anche il tetto di una villetta. 

Nubifragio a Monza

Una serata e una nottata di lavoro senza soste per la Centrale operativa della polizia locale e della protezione civile che ha le centinaia di intervento in città in collaborazione con i vigili del fuoco e con le forze dell’ordine. Insieme, sul posto, anche il sindaco Paolo Pilotto che alle 4.15 di sabato 22 luglio ha aggiornato i cittadini su quanto accaduto e su quanto si stava facendo con un post sul suo profilo Facebook. “Gli interventi sono tuttora in corso – scrive - 5 pattuglie della polizia locale, 12 squadre della protezione civile, alcune squadre del nuovo Servizio di Global Service del Verde, molte squadre e mezzi dei vigili del fuoco si sono occupati di alberi caduti di traverso sulle strade, cavi elettrici tranciati, un principio di fuga di gas, tetti scoperchiati, soccorsi ad automobilisti”.

Danni in centro, viale Romagna e zona Parco

Tra le zone più colpite proprio quella di viale Romagna, dall'intersezione di via Europa-Calatafimi a quella con via Goldoni. Lavori che, il sindaco, ha annunciato proseguiranno anche nel corso di questa mattina. “Al mattino di sabato la città avrà ancora bisogno di molto lavoro – spiega - anche perché in queste ore ci si è concentrati per favorire la transitabilità nelle strade, ma rimangono ancora molti alberi caduti all'interno di parcheggi e giardini e molto materiale lasciato dalla tempesta nelle strade. In mezzo a tanti danni, ad ora non risultano fortunatamente segnalazioni di danni alle persone. Una notte di lavoro con dipendenti, rappresentanti di più istituzioni e volontari. A tutti loro, preparati, generosi e disponibili, va il mio ringraziamento e quello di tutta la città”. Oggi a Monza rimarranno chiusi il Parco e i cimiteri. 

Cittadini in strada per aiutare

Straordinario l'impegno dei cittadini che sono scesi in strada e hanno dato una mano. Come i ragazzi dell'associazione Culturale di Monza Baytul Aman. I ragazzi della comunità bengalese, molto attiva in città soprattutto nel quartiere di Cederna, che fin dalla tarda serata di venerdì si sono attivati per spostare i rami dalle strade e dai marciapiedi. "Un grazie speciale a questi ragazzi - riferisce Gianni Romano dell'Usb Monza - che insieme a tante altre persone hanno dimostrato un profondo senso civico e di amore per la nostra città". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centro civico scoperchiato e l'automobilista salvata dai vigili del fuoco: le foto del disastro a Monza

MonzaToday è in caricamento